Lo spettacolo rievoca uno dei più clamorosi scandali giudiziari della storia italiana del Novecento

Sarà in scena al Teatro dei Conciatori di Roma dal 13 al 25 gennaio 2015 lo spettacolo Il Caso Braibanti di Massimiliano Palmese, regia di Giuseppe Marini. Protagonisti Fabio Bussotti e Mauro Conte; musiche di Mauro Verrone, eseguite live da Stefano Russo.
"Il caso Braibanti" rievoca uno dei più clamorosi scandali giudiziari della storia italiana del Novecento. Con un testo costruito su documenti d'archivio, lettere e arringhe, Massimiliano Palmese ha ripercorso il processo a cui fu sottoposto nel 1968 Aldo Braibanti - ex-partigiano torturato dai nazifascisti, comunista e omosessuale, artista, poeta, appassionato di filosofia e studioso della vita delle formiche - accusato di "plagio" ai danni del suo giovane amante Giovanni Sanfratello.
In scena Fabio Bussotti e Mauro Conte, nei panni dei due protagonisti, danno voce anche a tutti gli altri personaggi della vicenda, mentre le musiche di Mauro Verrone eseguite dal vivo da Stefano Russo fanno de "Il caso Braibanti", diretto da Giuseppe Marini, uno spettacolo-concerto dedicato a un intellettuale schivo e appartato, la cui vicenda ricorda da vicino quella di Pier Paolo Pasolini. Il processo a Braibanti si aprì il 12 giugno 1968, mentre infiammava la Contestazione e i giovani di tutto il mondo chiedevano a gran voce più ampie libertà. Aldo Braibanti finì col divenire il capro espiatorio di un duro scontro generazionale.


Il Teatro ha il patrocinio gratuito del Municipio VIII (ex XI)


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma