Questo omaggio ai felini ci viene da ben 25 autori italiani diversi con storie espressamente richieste e scritte appositamente per l'iniziativa e tutti, ovviamente, gattofili. Narrazioni, le loro, in cui il gatto è il reale protagonista, palese o segreto, non solo, ma anche efficace e positivo, indipendentemente dalla sua sorte personale. Insomma, in queste storie – che spaziano dal realista al fantastico, dallo storico all'orrorifico, dal poliziesco al fantascientifico – il gatto si presenta come protagonista diretto o indiretto, comunque il vero "eroe positivo" della trama. Demiurgo e Vendicatore, Protettore e Risolutore, Pronubo e Difensore, Osservatore e Testimone, Samaritano e Nemesi, Guardiano, Psicopompo e Revenant, abitatore di Due Realtà che combaciano e che soltanto lui ha la capacità e il privilegio di poter conoscere passando da una all'altra a nostra insaputa, poveri ottusi. Come tale quindi il gatto di questi racconti ha anche la possibilità d'insolite frequentazioni e non solo con personaggi della storia ma anche di miti e leggende e addirittura con esseri immaginari protagonisti di film e romanzi famosi a dimostrazione di come possa vivere certamente le sue famose nove vite, ma addirittura nove realtà diverse! Nume tutelare dell'impresa è H.P. Lovecraft, gattofilo se mai ce ne fu uno, di cui si pubblica in appendice il saggio-conferenza Gatti e cani del 1926, un vero e proprio manifesto della felinità.

Gianfranco de Turris (Roma 1944), giornalista e scrittore. Da sempre interessato alla letteratura dell'Immaginario ha diretto riviste e collane di libri, curato innumerevoli antologie a tema: tra le ultime Apocalissi 2012 (2012),Cronache del neocarbonifero (2013), Sbirri di Regime (2015). Ha pubblicato una ventina di opere di narrativa e saggistica le cui più recenti sono Come sopravvivere alla modernità (2015) e Ricordi di un Hobbit (2015) e Le meraviglie dell'impossibile (2016) insieme a Sebastiano Fusco.
Dalmazio Frau (Sassari 1963), pittore, illustratore, studioso dell'arte del Medioevo e del Rinascimento, di miti, simboli ed ermetismo; scrive d'arte su "Il Giornale OFF", "Totalità", "La Confederazione Italiana"; cura la rivista sulle arti "Dyonisos" (Tabula Fati) e ha scritto: Senza arte né parte (2013), L'Arte Ermetica. Bosch, Brueghel, Dürer, Van Eyck (2015), L'Arte spiegata a mia cugina (2016). Vive a Roma con sua moglie archeologa e un gatto certosino di nome Conner.

Informazioni, orari e prezzi

Ore 18.00

Ingresso libero

Info:
06-4885405

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli