Debutta al Cometa off il 17 Marzo lo spettacolo "Il piccolo Guitto", monologo comico scritto, diretto e interpretato da Massimiliano Aceti.

Massimiliano è un bambino di sette anni, silenzioso e timido. Scopre per caso di avere un grande dono: riesce a imitare con molta facilità la voce degli adulti che lo circondano. Grazie a questa capacità vince le sue paure e trova un posto nel micromondo dei bambini, quello del "guitto". Si identificherà a tal punto con questo ruolo da non riuscire più a capire dove finisca "Massimiliano" e dove cominci il "guitto". La voglia di suscitare le risate dei compagni di scuola lo porteranno a essere sempre più lontano dal bimbo introverso che era, ma con molta sofferenza.La storia inizia con la prima recita di Massimiliano davanti ai compagni di classe: sorpreso dalla maestra a dire parolacce imitando la voce della zia, si giustifica inventando che sta interpretando una scena del Romeo e Giulietta, la maestra allora lo costringe, per punirlo, a esibirsi davanti a tutti nella tragicommedia Shakespeariana. Non conoscendo la storia, la inventa e, aiutato dal piccolo amico "Il Marani", riesce a trasformare una punizione in un grande successo di risate.Accompagnato dal Marani e da altri amichetti si troverà ad affrontare le avventure e i temi che lo porteranno all'adolescenza: la scoperta della morte, il primo amore, il divorzio, l'invidia, il sesso,ecc. Con l'incredibile ingenuità e genuinità del bambino il piccolo Massimiliano è il protagonista di questo racconto. La vita di un bimbo, dai sette ai dodici anni, segnata dalla leggerezza e dalla tragedia di essere, agli occhi del mondo, solo un guitto.

Massimiliano Aceti nasce a Roma il 30 settembre 1988. Dopo studi classici si forma all' Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio d'Amico. Fra gli insegnanti: Luca Ronconi, Anna Marchesini, Lorenzo Salveti, Michele Monetta, Sergio Rubini, Arturo Cirillo, Francesco Manetti, Paolo Giuranna e Mario Ferrero. Dal 2013 lavora sotto la direzione di Gabriele Lavia, di cui è attore nei seguenti spettacoli: I giorni del buio (di Gabriele Lavia); I pilastri della società (di Henrik Ibsen); Sei personaggi in cerca d'autore (di Luigi Pirandello); Sogno di un uomo ridicolo (da Dostoevskij); Vita di Galileo (di B. Brecht).


Ogni sera, prima dello spettacolo, andrà in scena un breve corto teatrale

GIOVEDÌ 17
"I DUE PERSONAGGI IN CERCA D'AMORE" di Francesco Petruzzeli. Con Francesco Petruzzelli, Roberta Azzarone, Edoardo Coen. Vincitore premio SIAE 2015.
Lui, lei e l'amico sono funzioni, in una sequenza di dialoghi espressi attraverso una cifra stilistica il cui fine è unicamente quello di dare voce a pensieri e domande, che spontaneamente sorgono della vita di ognuno. L'intento non è quello di avvincere il pubblico con sorprendenti colpi di scena o con gesti teatrali al sapore di provocazione e oltraggio, ma di fare a voce alta le domande che tutti, prima o poi, si pongono di fronte ai momenti cruciali della propria vita, ma che, per paura di risultare cinici o narcisisti, non si ha il coraggio di esprimere verbalmente. In questi 10 minuti, tutti diranno la verità.

VENERDÌ 18
"RAFFAELLA CARRÀ" di e con Lorenzo Terenzi, finalista di "UNO - concorso di monologhi teatrali"

Un uomo siede in una stanza di un motel bevendo succo d'arancia, è agitato, sta scappando da qualcosa, forse ha commesso un crimine che potrebbe fargli perdere tutto. È finito. Perché allora non cercare di fare tutto ciò che ha sempre rimandato? Cosa fareste se la vostra libertà avesse una scadenza?

SABATO 19
"È TUTTO VERO" di e con Dario Eros Toccanelli - Monologo vincitore premio del pubblico al festival ShortLab.

Il mondo dello spettacolo è il luogo della finzione. Fin troppo spesso chi ne produce quotidianamente nella vita reale non riesce più a essere vero. Da qui nasce una ricerca per scovare una soluzione alla menzogna, una ricerca che porterà Dario Eros davanti alla cerniera che divide il mondo reale da quello rappresentato.
In un escalation esilarante il pubblico vivrà costantemente il dubbio se ciò che vede sia realmente tutto vero.

DOMENICA 20
"LA CROCEROSSINA" di e con Alice Ferranti, tratto da un racconto di Dorothy Parker. Selezionato da Pre-Visioni 2012, teatro della Tosse (GE)

Un breve monologo, che con sfumature surreali, mostra un perfetto episodio di scontro al femminile, malcelato dietro l'insegna di una buona e sincera amicizia, dove, tra battute taglienti e dettagli velenosi, si mira al cuore dell'altra cercando sempre di non scomporsi troppo.

Spettacolo finalista al PREMIO SCENARIO 2015

"C'è un solo modo per fare l'attore famoso: andare all'Accademia d'Arte Drammatica. Tutti quelli che ci vanno poi escono bravi e famosi. Gassman, Manfredi, la Magnani e tutti gli altri."
"Pure Alberto Sordi?"
"No, lui l'hanno rifiutato."
"Perché?"
"Perché voleva fare l'attore comico."
"Io pure"
"Eh… ho capito, ma quello è Alberto Sordi, tu chi sei?"

Informazioni, orari e prezzi

SEGUI L'EVENTO FACEBOOK: https://www.facebook.com/events/1756603767905276

PRENOTAZIONI:
www.cometaoff.it

INFO:
06.57284637
cometa.off@cometa.org

Dove e quando

Spettacoli - Teatro per tutti
Spettacoli - Il Teatro de' Servi riparte il 24 settembre