Dopo una stagione ricca di sorprese e di grandi nomi della scena teatrale, il cartellone dell'Ambra Jovinelli si chiude all'insegna della risata. La storica sala dell'Esquilino rinnova la sua tradizione di tempio della stand up comedy, ospitando una carrellata di spettacoli di comici emergenti e artisti affermati.
Le danze si aprono il 21 e il 22 aprile con Lodo Guenzi che esibisce in "Uno spettacolo divertentissimo che non finisce assolutamente con un suicidio", di Nicola Borghesi e Lodo Guenzi, per la regia di Nicola Borghesi: un tentativo di messa in scena che parte dalla stand up e si perde in una storia vera. In più storie, vere. L'attore è davanti al pubblico, deve fare il suo show, tocca a lui, è chiamato a portare a termine qualcosa da cui vorrebbe istintivamente fuggire, che è quello che di solito fa, che ha sempre fatto. Una riflessione sul perché si continui a stare sulla scena oggi. Il 29 e 30 aprile il teatro ospiterà Giovanni Vernia, comico e showman completo, che spazia con disinvoltura dal racconto alla parodia, dal canto al ballo, creando un rapporto col pubblico unico e coinvolgente. Il 6 e il 7 maggio arriva sul palco dell'Ambra Jovinelli il Pojana, il celebre personaggio/imprenditore inventato da Andrea Pennacchi e portato alle luci della ribalta a Propaganda Live, nell'irresistibile spettacolo "Pojana e i suoi fratelli". I fratelli maggiori del Pojana presentati da Pennacchi sono Edo la security, Tonon il derattizzatore, Alvise il nero e altri nuovi personaggi, che raccontano le storie del nordest che fuori dai confini della Padania nessuno ancora conosce.
Il 12 maggio è la volta di due grandi talenti siciliani, I Sansoni che in Fratelli ma non troppo raccontano con estrema ironia il loro rapporto fraterno, affermando che in ogni famiglia c'è sempre un fratello più furbo e un altro sulle nuvole, un fratello che vuole sempre avere ragione e l'altro che subisce, un fratello più buono e l'altro un po' meno.
Dal 13 al 15 maggio un altro grande ritorno: Geppi Cucciari, comica eclettica e vivacissima, porta in scena "Perfetta" scritto e diretto da Mattia Torre, autore televisivo e cinematografico di grande successo e drammaturgo tra i più amati in Italia prematuramente scomparso. Perfetta racconta con leggerezza e umorismo un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile. Si conclude in bellezza la panoramica sulla comicità italiana con 2 artisti reduci dal grande successo della seconda edizione di "Lol – chi ride e fuori": il 18 maggio Tess Masazza, nostrana Bridget Jones, si esibisce in "Insopportabilmente Donna" e torna coi suoi divertenti personaggi, a travolgere il pubblico con una messinscena colorata e ricca di sorprese, accompagnando lo spettatore in un racconto allegro e coinvolgente. Infine, il 19 maggio, Max Angioni, artista emergente che approda in teatro con il suo nuovo spettacolo: "Miracolato", che lo consacra come uno dei nuovi volti più importanti del panorama comico italiano.

21 |22 aprile 2022

Argot Produzioni e Pierfrancesco Pisani e Isabella Borettini per Infinito Produzioni
presentano

Lodo Guenzi

Uno spettacolo divertentissimo che non finisce assolutamente con un suicidio

di Nicola Borghesi e Lodo Guenzi
consulenza drammaturgica Daniele Parisi e Gioia Salvatori
regia di Nicola Borghesi

Uno spettacolo che nasce da un'amicizia lunga venticinque anni su trentacinque, quella tra Lodo Guenzi e il regista Nicola Borghesi.
Partendo da nessuna idea precisa né un piano, i due hanno lavorato sull'autobiografia di una persona abbastanza famosa, Lodo, il che la rende da una parte potenziale oggetto di interesse per un numero maggiore di persone, dall'altra aumenta la diffidenza per il genere, dall'altra ancora permette di vedere dall'interno posti, come Sanremo o X-Factor, che di solito si vedono nella loro versione confezionata per il pubblico. Dall'unione di questi tre dubbi nasce "Uno spettacolo divertentissimo che non finisce assolutamente con un suicidio".
Il percorso di una persona attraverso la fama, parola quanto mai controversa, può diventare una parabola nella quale più persone possono riconoscersi: la vita delle persone, generalmente, consiste nel sopravvivere lasciandosi dietro macerie. Tutto questo è terribile, ma fa anche ridere. La parte che fa ridere è quella non ancora del tutto compromessa con un sistema tarato per appiattire tutto, per rendere tutto omogeneo e inoffensivo. Mentre il successo, che da fuori sembra spensierato e piacevole, da dentro è terribile come tutto il resto, anche se in modo diverso.
E poi, infine, c'è il teatro. Quello spazio e quel tempo in cui tutto quello che generalmente nel mondo dello spettacolo deve essere compresso e semplificato, può trovare spazio. Quel luogo in cui non si va solo avanti, ma si sta anche volentieri fermi o addirittura, si torna indietro a cercare qualcosa di prezioso che abbiamo smarrito. Quella cosa per cui, alla fine, di vivere, ne vale la pena.

29 |30 aprile 2022

SAVÀ produzioni creative presenta
in accordo di distribuzione con BALLANDI.

Giovanni Vernia

Vernia o non Vernia

Vernia o non Vernia è la vera novita? teatrale.
Chiunque conosca Giovanni Vernia, associa il suo nome alle irresistibili maschere con cui ha conquistato tv e web, ed è in questo spettacolo che l'artista racconta da dove nasce la sua "follia comica".
È un demone interiore il suo, che comincia ad apparire da bambino, stimolato dalla Genova in cui è cresciuto e dagli stravaganti parenti pugliesi e siciliani.
Ed è una sorta di spiritello dispettoso, che si manifesta in modo sempre più invadente durante la sua carriera da ingegnere, costringendolo a diventare comico di professione.
Questo nuovo spettacolo è un esercizio di leggerezza intelligente, dove la storia personale dell'artista, si sovrappone ad un divertentissimo ma acuto viaggio attraverso i luoghi comuni di questi strani tempi moderni. Ne emerge uno showman completo, che spazia con disinvoltura dal racconto alla parodia, dal canto al ballo, creando un rapporto col pubblico unico e coinvolgente.
E dopo una serata irresistibile vi chiederete: "ma era Vernia o non era Vernia?".

6 |7 maggio 2022

Andrea Pennacchi

Pojana e i suoi fratelli

di e con Andrea Pennacchi?

musiche dal vivo di Giorgio Gobbo e Gianluca Segato
produzione Teatro Boxer?in collaborazione con People?
distribuzione Terry Chegia e SAVA' Produzioni Creative

I fratelli maggiori di Pojana: Edo il security, Tonon il derattizzatore, Alvise il nero e altri, videro la luce all'indomani del primo aprile 2014.?Mentre Franco Ford detto "Pojana" era già nato. Era il ricco padroncino di un adattamento delle "Allegre comari di Windsor" ambientato in Veneto, con tutte le sue fisse: le armi, i schei e le tasse, i neri, il nero.?In seguito, la banda di cx noi. Il personaggio nasce dalla necessità di raccontare alla nazione le storie del nordest che fuori dai confini della neonata Padania nessuno conosceva. È significativo e terribile che i veneti siano diventati, oggi, i cattivi: evasori, razzisti, ottusi. Di colpo.?Da provinciali buoni, gran lavoratori, un po' mona, che per miseria migravano a Roma a fare le servette o i carabinieri (cliché di molti film in bianco e nero), a avidi padroncini, così, di colpo, con l'ignoranza a fare da denominatore comune agli stereotipi.?Un enigma, che si risolve in racconto: passando da maschere più o meno goldoniane a specchio di una società intera. Una promozione praticamente.?Ed eccolo qui, Franco Ford detto il Pojana, con tutti i suoi fratelli a raccontare storie con un po' di verità e un po' di falsità mescolate, per guardarsi allo specchio.

12 maggio 2022

Vivo concerti
presenta
I Sansoni

Fratelli ma non troppo

Fabrizio e Federico sono due fratelli che hanno due personalità totalmente contrapposte. Durante la loro crescita, queste diversità sfociano nelle classiche liti fraterne ma si trovano a fare i conti con la realtà del mondo del lavoro; Federico per trovare lavoro è costretto ad andare via dalla sua terra. Deciderà di lasciare la sua Sicilia e suo fratello Fabrizio, nonostante tutto?

13 |15 maggio 2022

ITC 2000
presenta

Geppi Cucciari

Perfetta

di
Mattia Torre

Perfetta è un monologo teatrale che racconta un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile. Una donna che conduce una vita regolare, scandita da abitudini che si ripetono ogni giorno, e che come tutti noi lotta nel mondo. Ma è una donna, e il suo corpo è una macchina faticosa e perfetta che la costringe a dei cicli, di cui gli uomini sanno pochissimo e di cui persino molte donne non sono così consapevoli. Perfetta è la radiografia sociale ed emotiva, fisica, di 28 comici e disperati giorni della sua vita.  

18 maggio 2022

Tess Masazza

Insopportabilmente donna

Sono passati più di 5 mesi e Tess non riesce a superare la fine della sua relazione più importante: le due migliori amiche, Giulia e Mary, preoccupate, decidono di aiutarla in vista di un matrimonio nel quale sarà presente anche l'ex ragazzo. Chiamano quindi Zac, un affascinante professionista che ha il compito di far disinnamorare la nostra moderna Bridget Jones attraverso esercizi metodici un po' assurdi. Tra segreti svelati, bisticci, colpi di scena e una verità molto scomoda che metterà in discussione l'amicizia tra le ragazze, Tess riuscirà ad andare avanti e dimenticare l'amore passato?
Già sold out nella precedente edizione "Insopportabilmente Donna" torna, coi suoi divertenti personaggi, a travolgere il pubblico del teatro con una messinscena colorata e ricca di sorprese, accompagnando lo spettatore in un racconto allegro e coinvolgente.

19 maggio 2022
Vera srl presenta
Max Angioni

Miracolata
di Max Angioni e Alessio Tagliento
regia Ester Montalto

Max Angioni, comico emergente, reduce dai successi di Italia's Got Talent, Zelig, Le Iene e Lol2, approda in teatro con il suo nuovo spettacolo: MIRACOLATO, che lo consacra come uno dei nuovi volti più importanti del panorama comico italiano. Prende il via il suo primo, attesissimo, tour nazionale, in cui sarà in scena in tutti i più importanti teatri, con uno spettacolo rivolto al pubblico di ogni età. Una sferzante ironia anima i monologhi incorniciati nella scena minimalista, in cui Max racconta un condensato delle proprie esperienze: dalle conversazioni ai tempi dei social, alla sua relazione con lo sport, alla maledizione di arrivare secondo. Tra interazioni con il pubblico e incursioni del suo folle personaggio, Kevin Scannamanna, il talento del giovane comico offre uno sguardo originale ed esilarante sulla realtà quotidiana. La verve tipica della Stand-up Comedy accompagna, con ritmo serrato, i diversi quadri del racconto, in cui Max torna a stupire con il tema dei miracoli, con cui è diventato celebre. Miracolato perché rispolvera avvenimenti epici – come quelli descritti nel Vangelo – e li rielabora in una chiave comica ed eccentrica. Miracolato perché Max è stato protagonista di un'escalation di successi nell'ultimo anno, che lo hanno fatto sentire così fortunato, da provare a immaginare nuovi miracoli moderni. La comicità diventa uno strumento, divertente ed inaspettato, per rendere accessibili argomenti apparentemente troppo sacri per concedersi all'ironia, e per divulgare le storie più antiche del mondo, filtrandole attraverso una lente leggera e brillante. "Assecondando l'immaginazione rielaboro le mie sfighe attraverso la comicità, uso il palcoscenico per esorcizzare la mia realtà, e per offrire uno spunto agli altri per affrontare la propria".

Informazioni, orari e prezzi

Biglietti:
Prezzi per il venerdì, sabato e domenica  
Poltronissima € 35 - Poltrona € 28 – I galleria A € 24 – I galleria laterale € 20 – II galleria € 19
Prezzi per martedì, mercoledì, giovedì e sabato pomeriggio
Poltronissima € 33 - Poltrona € 26 – I galleria A € 22 – I galleria laterale € 18 – II galleria € 17?

Botteghino tel. 06 83082620 – 06 83082884
Orari: fino al 16 ottobre: dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 19.00- domenica chiuso
dal 18 ottobre a fine stagione:
dal martedì al sabato ore 10.00 - 19.00 e la domenica ore 14.00-16.00 - lunedì chiuso

Ufficio Promozione:
tel. 06 88816460 
promozione@ambrajovinelli.org
dal lunedì al venerdì ore 11.00-13.00 e 15.00-17.30

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli