Lo spettacolo affronta il tema della presenza episodica, dell’essere intermittenti

Debutta in prima nazionale il 27 marzo alle ore 21.00 al Teatro Argot Studio per Dominio Pubblico a Roma lo spettacolo Interruzioni Volontarie prodotto per una parte dal RIC Festival 2013 di e con Claudia Salvatore. Lo spettacolo affronta il tema della presenza episodica, dell’essere intermittenti.

Margherita aspetta, registra messaggi, guarda gli spazi aperti attendendo che ci capiti dentro qualcosa che la riguarda. Margherita per metà c’è e per metà non sa dov’è. C’è qualcosa che interrompe ogni incontro, ogni tentativo di costruire, ogni possibilità, è c’è qualcosa che lo vuole ripristinare. Margherita scappa da persone e da situazioni ma inevitabilmente poi non fa altro che tornare, per riprendersi, per ricominciare quello che aveva interrotto, per rovinarlo in continuazione, non ci sono altro che fratture evidenti ed evidenti intervalli di tempo in cui cerca di ricordare come fare ad andare avanti, in cui cerca di capire, di eliminarsi o di darsi un’altra possibilità, l’ennesima.

Lui si sentiva una ferita sulla guancia, la ferita non c’era, ma lui la sentiva così tanto che alla fine se l’è procurata da solo. Lei si ricordava di quando da piccola aveva visto i nonni che facevano l’amore, ma in realtà non era successo a lei, era successo alla madre.

Claudia Salvatore

INTERRUZIONI VOLONTARIE

di e con Claudia Salvatore

aiuto regia Sergio Proto

luci e supervisione Francesco Piotti

scenografia, grafica e costumi Valeria Galluzzi

drammaturgia composta da: creazioni originali di Claudia Salvatore, inserzioni liberamente tratte da “Febbre” e “Psicosi delle 4:48” , di Sarah Kane,“Il pianeta Trillafon in relazione alla cosa brutta” e “Questa è l’acqua” di David Foster Wallace

produzione: un’anteprima ridotta di “Interruzioni volontarie” è stata prodotta dal RIC Festival 2013 e presentata come studio per un progetto teatrale, all’interno del festival R.I.C, Rieti Invasioni Creative, sostenuto dall’A.T.C.L.

BIO: Claudia Salvatore ha iniziato la sua professione di attrice di teatro lavorando tra gli altri con: Jurij Ferrini, Ricci/Forte, Alessandro Berdini, Hervè Doucroux, Nicasio Anzelmo, Selene Gandini. Vince la menzione speciale al Premio Hystrio alla vocazione nel 2010, ed è vincitrice del secondo premio al concorso nazionale di prosa “salicedoro” 2012.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma