Una laica rappresentazione in 12 stazioni di Adriano, l'imperatore

Una laica rappresentazione in 12 stazioni di Adriano, l'imperatore, un uomo profondamente solo. Eppure collegato a tutto: è avido di riconoscimenti, di conoscenza e di bellezza, di ogni piacere dei sensi e di dure ascesi, di isolamento e di contatti amorosi; è crudele e tenerissimo; crede nella scienza e si lascia cullare dal mistero della volta stellata.

Per chi adora il libro "Le Memorie di Adriano" di Marguerite Yourcenar, per chi non l'ha ancora letto, per chi lo vuole godere nella trasposizione teatrale adattata da Tommaso Boni Menato e interpretata da Giuliano Esperati.

Io, Adriano: nessuno

di Tommaso Boni Menato

con Giuliano Esperati

compagnia Teatro Le Sedie

liberamente ispirato a Memorie d'Adriano, di Marguerite Yourcenar

Quando gli dei non c'erano più e Cristo non c'era ancora, tra Cicerone e Marco Aurelio vi è stato un momento unico in cui è esistito l'uomo, solo.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma