Il personaggio di Isabella di Castiglia si confronta qui con le tensioni politiche e spirituali di un'epoca caratterizzata da profondi cambiamenti. Emerge il profilo di un personaggio epico al centro di scelte straordinarie con una dimensione morale e umana fuori dall'ordinario.
La ricchezza e varietà degli eventi che hanno caratterizzato il suo regno hanno definito la fisionomia e l'essenza più profonda del suo tempo determinando la nascita in Europa degli Stati nazionali. Le problematiche di allora restano attuali nel mondo di oggi.
La Regina si impone in un mondo dominato da uomini. Il suo rapporto, non convenzionale, con la spiritualità diviene il mezzo orientato al perseguimento di una nuova visione sociale e all'affermazione di nuovi gradi di libertà e responsabilità individuale.
Sul piano drammaturgico, si impone una vita ricca di emozioni, tentazioni, dolori, grandi traguardi e altrettanto grandi drammi esistenziali. Quanto alla struttura dello spettacolo, la Regina viene vista principalmente, all'interno del palazzo dell'Alhambra, in due momenti fondamentali, liberamente reinterpretati. Dapprima, nell'anno 1492, alla capitolazione del sultanato di Granada e, in una fase successiva, caratterizzata dagli eventi luttuosi che, in rapida successione, si abbatteranno sulla sua vita.
Il cardinale Cisneros e Monsignor Talavera rappresentano personaggi realmente esistiti. Il loro contributo all'azione scenica riflette il ruolo che ebbero nell'ambito della corte al fianco della regina. Beatriz evoca il personaggio di Beatriz de Bobadilla, prima dama di corte e amica della regina per quasi tutta la sua vita.



Con Marta Iacopini (Isabella di Castiglia), Mariagrazia Torbidoni (Beatriz de Bobadilla), Andrea Onori (Cardinale Cisneros), Roberto Carrubba (Monsignor Talavera), Daniela delli Noci (Costumi) e Adalia Caroli (Disegno luci e effetti audio)

Informazioni, orari e prezzi

Orario spettacolo:
9 – 10 – 11 marzo ore 20.45
12 marzo ore 18.00

Info e prenotazioni:
06 5741622 – Fax 06 5744034
Cell. 335 8372373

Biglietto: intero 10 euro
Biglietto ridotto 6

Tessera associativa 3 euro

Disabili: ingresso gratuito con tessera gratis – accompagnatore biglietto 2 euro, tessera gratis

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli