Atto unico teatrale interpretato da Elisa Josefina Fattori

Ognuno di noi ha le sue fragilità nascoste, c'è chi le maschera nel successo professionale, chi nella vita familiare, chi dedicandosi agli altri.

La protagonista di questo monologo, la celebre fashion blogger Sole Terragni, cerca di dimenticarle con il lavoro, creandosi – per superarle – una realtà "su misura".

La sua fragilità si riflette nell'amore per un uomo sposato e

nella contemporanea relazione con la moglie di lui.

L'atto unico si svolge nell'arco di una sera, nell'attesa della telefonata dell'uomo.

Purtroppo, come nella vita reale, l'attesa è fatta di silenzi e di parole non dette

o che non si ha il coraggio di dire.

Così i monologhi della protagonista trasformano le "presenze" del suo ufficio

in personaggi che le danno le risposte che non vorrebbe affrontare.

Ma questo non basta, e per sfogare la propria frustrazione la vediamo sedare il suo malessere con la beneficenza, cullandosi nell'idea che qualcuno possa esserle debitore.

Forse ognuno di noi può riconoscersi in lei.

In fondo anche noi, magari in modi diversi, viviamo e superiamo le nostre debolezze ritagliandoci nel mondo un piccolo e personale universo parallelo.

"L'Attesa"

Atto unico teatrale

di Giancarlo Cittadini

Interprete: Elisa Josefina Fattori

Regia: Giancarlo Cittadini

Durata: 60 minuti circa


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma