Questa e' una storia che avrebbe potuto essere una favola

Caterina l'inadeguata, la non allineata e' la pazza per questo villaggio. Dietro di lei, spigolosa ma pura e vera, un mondo di mercimoni, di padri calcolatori, di figlie in vendita, di capricci lontani dall'amore, di burattinai e burattini non destinati a vivere l'amore, ma a contrattualizzarlo. La nostra Caterina non sta a questo gioco e come in una fiaba aspetta, pur non mostrando di volerlo, un liberatore, un nuovo inizio che suo malagrado potrà costarle molto più di quanto immagini. Ed ecco che la commedia si fa favola nera, grottesca.

La bisbetica domata di W. Shakespeare
traduzione e adattamento F. Niccolini, regia di T. De Nitto, musiche di P. Coletta, con D. Cadei, I. Chiarello, A. De Gaetano, F. Ferrante, A. Guadalupi, F. Paolasini, L. Pastore, F. Tinella



Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma