Si conclude quest'anno, sempre sotto la guida di Mimmo Strati, la trilogia shakespeariana. Dopo Romeo e Giulietta e Sogno di una notte di mezza estate, dal 4 al 23 febbraio in scena al Teatro delle Muse di Roma La Bisbetica domata con Mimmo Strati, Cesare Cesarini, Anita Pusceddu, Chiara Alivernini, Francesco Falco, Francesco Trifilio, Tommaso Moro, Claudio Zaccaria, Armando Bottaro, Alessandro Ierman, Danilo Mustafà, Michela Aloisi, Sarah Scola e con le piccole Chiara e Sofia Strati.

Londra 1593. La città è sotto l'assedio di un nemico implacabile: la peste. L'intera popolazione, chiusa nelle proprie abitazioni, cerca di evitare il contagio. La regina Elisabetta ordina che anche i teatri vengano chiusi. Così gli attori della Compagnia del Conte di Pembroke sono costretti a fuggire. Per continuare a recitare la loro "Bisbetica domata" devono abbandonare Londra. È così che prende il via questa edizione della Bisbetica di Shakespeare. Dalle sue origini.
I Bardi metteno in scena in maniera dissacrante e spensierata la storia di Caterina, di sua sorella Bianca e dei loro simpatici pretendenti. Shakespeare e la sua compagnia di attori si divertono così a raccontare due storie esilaranti sulla coppia e sul matrimonio, le cui trame sembrano quasi copiate da un canovaccio di commedia dell'Arte. La bellissima Bianca non potrà sposarsi se prima non si troverà un marito per Caterina, la sorella arcigna e dallo spirito selvatico e indipendente. Ma ecco che per caso entra in scena un vagabondo fanfarone, una sorta di Capitan Fracassa, a cui gli altri affideranno il compito di affrontare l'impresa di domare la bisbetica. Recuperando il format originale di teatro nel teatro, esempio unico nell'opera del drammaturgo inglese, eccezion fatta per il dramma nel dramma di Amleto, il grande classico viene trasformato in uno scherzo comico, in perfetto stile Bardi Storytellers.

Così la Compagnia dei Bardi, in stretta relazione con l'Accademia dei Bardi, porta avanti coerentemente un progetto culturale di alto profilo e allo stesso tempo popolare. Si rafforza nel contempo il sodalizio Mimmo Strati-Cesare Cesarini, che nel tempo si è giovato anche della presenza di Anita Pusceddu e che ha già dato vita, oltre alle succitate opere shakespeariane, anche a "Cyrano, dacci una mano" e al "Ventaglio" di C. Goldoni. Un modo di fare e diffondere cultura basato solo sulla forza delle idee, di un "modo" di fare teatro alla maniera inconfondibile, comica e a volte dissacrante dei Bardi, senza sovvenzioni e retto dall'affetto e dalla presenza costante del pubblico. Ci vuole forza, coraggio, passione, originalità, esperienza e nessuna paura di mettersi in gioco!

Regia Mimmo Strati

Informazioni, orari e prezzi

Orario:
dal lunedì al venerdì alle ore 21,00
il sabato alle 17,00 e alle 21,00
la domenica alle 18,00

Biglietti:
Intero 22 euro; Ridotto 16 euro;
Lunedì e Martedì 13 euro

Info e Prenotazioni:
tel 06.44.23.36.49
accademia.deibardi@libero.it

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli