La prima opera teatrale di Eugène Ionesco

Eugene Ionesco, è con Samuel Beckett, il rappresentante più famoso di quella corrente teatrale contemporanea definita teatro dell'assurdo che porta in scena i nodi esistenziali dell'uomo moderno. La bizzarria del titolo suggerisce chissà quali significati simbolici; niente di tutto questo, fu solo il risultato del lapsus di un attore durante le prove.

Infatti, è interessante seguire la genesi di questo lavoro. Ionesco aveva deciso di imparare l'inglese; leggendo un manuale di conversazione, rimase colpito dall'involontaria comicità dei dialoghi, rendendosi conto di avere davanti un testo pronto, facilmente adattabile in chiave umoristica.

TEATRO VASCELLO Roma

LA CANTATRICE CALVA

di Eugène Ionesco

regia Massimo Castri

Ultima regia di Massimo Castri che ha affrontato per la prima volta un maestro del '900 come Eugène Ionesco.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma