Debutta in prima assoluta nazionale al Teatro7 la nuova esilarante commedia "La scala" tratta dall' ultimo capolavoro del drammaturgo Giuseppe Manfridi e che vanta la firma registica di Michele La Ginestra.
Un duplice debutto quello che arriva in teatro, di uno spettacolo inedito, innovativo e del tutto originale e di una sceneggiatura fresca di pubblicazione.
È una commedia dal ritmo serratissimo e dagli effetti esplosivi - preannuncia l'autore, messa in scena da sei giovani talenti derivanti dal mondo del cinema, della fiction e della televisione.
Ma la vera protagonista è lei "la scala" a stravolgere il clima festoso e mondano del seminterrato nel quartiere Parioli. Un oggetto apparentemente inanimato in grado di rivelare con sottile ironia, la vera natura dell'animo umano.
Uno spettacolo moderno, attuale, nei contenuti e nei personaggi che rappresenta, e come in questo caso pronto a sorprendere.

Ad impreziosire la scena oltre i costumi di Marco Della Vecchia, le scenografie affidate a
Mauro Paradiso.

'La scala' racconta una disputa a sei dal ritmo serratissimo che si consuma in presa diretta durante un cocktail ben augurale organizzato per festeggiare la ristrutturazione di un seminterrato al Nuovo Salario di cui hanno da poco preso possesso Mirko e Miriam. Con loro, una coppia di vecchi amici (Corrado e Terry) e un'altra coppia da poco conosciuta (Nicolò ed Elvi) che abita nello stesso palazzo. Fiore all'occhiello dell'approssimativo restyling, una scala che collega direttamente il seminterrato col marciapiede di fuori. Un estroso éscamotage ideato per evitare, a chi debba entrare ed uscire, complicati giri nel cortile esterno.
Tutto sulle prima sembra filare liscio, anzi… è un fluire ininterrotto di smancerie e mondanità ai limiti dell'enfasi, sin quando qualcosa avviene e tutto cambia, con la scala che assurgerà al ruolo di protagonista assoluta.
Quel che avviene meglio non dirlo, certo è che gli effetti saranno esplosivi, e la simpatica riunione assumerà d'un lampo una metamorfosi impressionante. Scheletri nell'armadio, antichi rancori e antipatie inopinate prenderanno il sopravvento in una ridda pirotecnica di colpi di scena senza freni.
Commedia aspra quanto esilarante, 'La scala' mette a nudo ciò che in qualche parte di noi quasi tutti siamo. Doppi e tripli, anche se sinceri. E dunque, spesso, come in questo caso, tremendamente comici.
Giuseppe MAnfridi

Note di regia
Quando mi hanno chiesto di dirigere dei giovani attori in un testo di Giuseppe Manfridi, non ho esitato a dire di si; in primis perché adoro la scrittura di Manfridi, diretta, snella, impregnata di "quotidianità"…un testo profondo ed, al contempo, brillante.
Poi, dirigere dei promettenti e validi trentenni, è un toccasana contro l'invecchiamento…mi è sempre piaciuto mettere a disposizione dei colleghi più giovani la mia esperienza, ed è un piacere, ed un privilegio, sentirsi così ascoltati...cresceranno anche loro, ma per il momento me li godo, mentre "pendono dalle mie labbra"!
Da ultimo, mi intriga il fatto di far vivere, e rendere protagonista, una scala, metafora di mille nostre incomprensioni…sarebbe la prima volta per me, un oggetto inanimato, padrone della scena! Chissà non ci stupisca con la sua interpretazione.
In ogni caso, riuscire a farvi ridere, con intelligenza ed originalità, è il risultato che ci prefissiamo…e le premesse ci sono tutte!
Michele La Ginestra

Regia - Michele La Ginestra

Attore, autore, regista, presentatore televisivo…dal 1997 è il direttore artistico del Teatro Sette di Roma. Comincia giovanissimo a calcare le tavole del palcoscenico scrivendo, dirigendo ed interpretando circa settanta commedie teatrali.
In teatro ottiene la sua consacrazione nel 2001 quando approda al Teatro Sistina, indossando i panni di "RUGANTINO" di Garinei e Giovannini, accanto a Sabrina Ferilli, e l'anno dopo ne "I FIGLI DELLA LUPA" di Gigi Magni, protagonista con Valeria Moriconi e Maurizio Mattioli.
Nel corso degli anni ha lavorato inoltre con: Nicola Piovani, Massimiliano Bruno, Vittoria Belvedere, Edy Angelillo, Sergio Fiorentini, Roberto Marafante, Roberto Ciufoli, Ettore Bassi, Sergio Zecca, Michela Andreozzi, Augusto Fornari, Beatrice Fazi, Pino Ammendola, Marioletta Bideri, Adriano Bennicelli, Riccardo Rossi, Enrico Maria Lamanna, Romina Mondello, e tanti altri…
Ha inoltre ha curato più di venti regie.
In televisione, conduce "SOLLETICO" la Tv dei ragazzi Rai Uno; nel 2001 è finalista del "PREMIO MARIO RIVA" condotto da Michele Guardì, e conduce su Rai Due "I FATTI VOSTRI", con Roberta Capua e Giancarlo Magalli, regia di Michele Guardì; precedentemente era stato vincitore della prima edizione di "BEATO TRA LE DONNE", Rai Uno, condotta da Paolo Bonolis.
A breve entrerà a far parte della famiglia de I CESARONI regia Francesco Pavolini e sarà co-protagonista del nuovo film tv su Rai1 di PUPI AVATI "Il sole negli occhi", con Laura Morante e Lina Sastri. Ha partecipato a COLORADO CAFE' 2013 e, precedentemente, è stato co-protagonista nelle fiction: "NERO WOLF" regia Riccardo Donna nel ruolo di Lanzetta, con Francesco Pannofino, Pietro Sermonti, Giulia Bevilacqua, "AMICHE MIE" regia Miniero & Genovese con Elena Sofia Ricci, Margherita Buy, Luisa Ranieri, e "NATI IERI" regia Miniero & Genovese e C. Elia, con Sebastiano Somma, Vittoria Belvedere, Lina Sastri, Ettore Bassi.
Ha partecipa ai film tv: "DE GASPERI" di Liliana Cavani, con Fabrizio Gifuni, "VILLA ADA", "TRE STELLE" e "LADRI SI NASCE" di Pierfancesco Pingitore, "COLOMBO, UN MARESCIALLO IN GONDOLA" con Ezio Greggio, regia di Carlo Vanzina, "LA OMICIDI" con Massimo Ghini, regia di Riccardo Milani.
Per il cinema ha recitato nei film "IMMATURI" di Paolo Genovese, "VIVA L'ITALIA" e "NESSUNO MI PUO' GIUDICARE" di Massimiliano Bruno, "PAZZE DI ME" di Fausto Brizzi, "CRESCERANNO I CARCIOFI A MIMONGO" di Fulvio Ottaviano.
E' stato protagonista di diversi spot pubblicitari diventati "storici", tra cui: "DE CECCO" e "COOP" regia di Miniero e Genovese.
Info su: www.michelelaginestra.it

Informazioni, orari e prezzi

Repliche:
martedì - sabato ore 21.00 - domenica ore 18.00

Prezzi:
€ 22,00 - € 17,00 (prevendita compresa)

Info e prenotazioni:
via Benevento, 23 – 00161 Roma
tel. 06.442.36.382
www.teatro7.it


Email

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli