Una fiaba di nobili origini, declinata in vari modi

Martedì 3 dicembre alle ore 17:30 Cie Twain presenta al Teatro Tor Bella Monaca lo spettacolo di teatro danza LA STORIA DI SCHIACCIANOCI, nell'ambito del TBM DANZA Festival Internazionale Danza Contemporanea, vincitore del bando "Festival di Teatro musica e danza" della Regione Lazio.

Schiaccianoci è una fiaba di nobili origini: declinata in vari modi da autori come Ernst Hoffmann e Alexandre Dumas, è stata resa ancora più celebre dalla versione ballettistica del grande binomio Petipa/?ajkovskij, che l'ha definitivamente consacrata come classico del Natale. Il suo percorso di opera letteraria trasposta in opera danzata, la rende particolarmente adatta a una rivisitazione contemporanea che attraverso l'unione dei differenti linguaggi crea una narrazione ricca di suggestioni e capace di parlare all'infanzia di alcuni temi complessi come i passaggi della crescita, la diversità, la scoperta dell'altro. In tedesco, "schiacciare una noce dura" ha una valenza traslata e significa: risolvere un problema importante, affrontare con coraggio le difficoltà che la vita propone. Il principe Schiaccianoci è dunque un antieroe che vince proprio grazie alla sua incompiutezza e Clara/Marie riconoscendone il valore nonostante la fragilità che lo rende diverso e meno scintillante degli altri giocattoli, inizierà un viaggio di crescita e di conoscenza.

La nostra storia inizia a ritroso: Clara ha ormai vissuto la sua vita ed è molto lontana dalla bambina che era. Circondata da un mondo sensibile solo al consumo, è sola alla vigilia di Natale. Il ricordo però è un antidoto potente e il mondo di Clara ricomincia a luccicare come le candeline sull'albero…

Un viaggio attraverso il ricordo di quella notte magica popolata da personaggi tanto allegorici quanto vividi: il padrino Drosselmeyer, l'Albero che cresce, le bambole, i soldatini, lo schiaccianoci, il Re dei Topi, la Fata Confetto e il Principe che restituiscono un sottotesto più profondo.

È Clara a portarci in quel mondo attraverso il viento dulce, il dolce vento del suo respiro che veicola la storia, rivelandone la densità espressiva ed emotiva. Abbiamo scelto questa soluzione scenica perché crediamo che il potere dell'essenza di una Fiaba possa essere amplificato dal suo essere esternata dal respiro del narratore.

Questa Fiaba invita a sognare su qualcosa che sembra familiare, e che a tratti affonda le sue radici in un tempo remotissimo. L'azione scenica è pensata per far penetrare lo spettatore in un vortice di colori e danze, come se guardasse attraverso una lanterna magica composta da lastrine di vetro colorate per ricordare i concetti essenziali della vita dell'anima, quelli che spesso vengono smarriti o dimenticati.

Il testo è concepito come un flusso ritmico e armonico che articola il percorso individuale della crescita e della conoscenza dell'altro fino alla realizzazione piena dell' esistenza.

La costruzione scenica si articola in una ricerca interdisciplinare tra teatro e danza traducendo i temi del testo in espressività coreografica e in una lingua poetica composta di parole e immagini per arrivare al cuore, alla mente e all'anima degli spettatori.

Lo spettacolo nasce dalla collaborazione tra la coreografa Loredana Parrella, l' attrice Gloria Sapio e il compositore Andrea Cauduro e attiva una triangolazione di ricerca scenica che trasforma in nuovo linguaggio la più notevole tradizione del teatro-danza italiano.

Dai 5 anni in sù

coreografia Loredana Parrella

testi Gloria Sapio e Maurizio Repetto

regia Loredana Parrella e Maurizio Repetto

musica Pëtr Il'i ?ajkovskij

sonorizzazioni Andrea Cauduro

con Gloria Sapio, Gianluca Formica, Maeva Curco Llovera, Caroline Loiseau

assistente alla produzione Enrica Pagliero

Twain | Settimo Cielo | Teatro di Arsoli in Collaborazione con ATCL Lazio e Fondazione Sipario Toscana

Con il sostegno di MiBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, Regione Lazio – Ass.to alla Cultura. In Residenza Supercinema – Tuscania, Teatro La Fenice_Arsoli, La Città del Teatro_Cascina. Progetto Vincitore del Bando #Crea 2018/2019 Fondazione Sipario Toscana


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma