I due nemici finiranno con l'amarsi...

Ben rapisce Gloria e la porta nel suo lugubre appartamento. Con il tempo si è costruito una gabbia, la sua gabbia dove pensa di trovare la sua libertà, un rifugio sicuro, il classico comportamento di una preda che torna tranquilla solo nella sua tana, no di un predatore che vive sereno, anche, all'aperto. Non si sa se è solito rapire le donne. Mette in funzione il suo piano in una notte di pioggia quando vede una giovane donna attraente. E' furioso con il mondo, che considera idiota, per i suoi insuccessi, e la tiene legata, minacciandola. L'uomo risulta inizialmente brusco e rigido con la sua vittima, gioca al gatto e il topo nella speranza che in lei il panico e l'agitazione inizino a prendere piede. Gloria, non è abituata a questo genere di cose, è anche piuttosto insoddisfatta del suo status quo. Dapprima è costretta ad ascoltare, ma presto sarà lei a condurre la commovente conversazione. Gradualmente, in maniera comica, e passando in rassegna tutti i luoghi comuni possibili, Gloria conquista la sua fiducia. Confessioni e confidenze sono imminenti. I due nemici finiranno con l'amarsi... una parodia dei luoghi comuni, con lo sfondo della solitudine.

La lascerà andare? Lei si sta innamorando? O è, semplicemente, una tattica per sfuggire alle grinfie della tigre?

La Tigre

di Murray Schisgal

Traduzione Italiana di Enrico Luttmann

Con

Piermarco Venditti

Ornella Cerro


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma