Il teatro che recupera emozioni e competenze

È uno spettacolo di "recupero" quello che andrà in scena martedì 19 giugno, alle ore 21, presso il Teatro Cassia di Roma (via Santa Giovanna Elisabetta 69) dal titolo "Le luci di Algeri", organizzato dall'associazione Reatino 15 con il patrocinio della Fondazione Progetto Arca Onlus e del Municipio Roma XV.

Sul palco saliranno infatti 6 attori e 8 danzatori, tra uomini e donne di età compresa tra i 21 e i 60 anni, che hanno trovato nel teatro il loro modo per recuperare le emozioni più profonde, le competenze inespresse, la socialità con gli altri.

Dopo un laboratorio teatrale durato otto mesi, i protagonisti dello spettacolo si troveranno per la prima volta davanti a un vero pubblico, a cui racconteranno, tra prosa e danza, la storia di un villaggio algerino, e in particolare di una famiglia, coinvolti in una rappresaglia per mano di integralisti islamici. Una storia esemplare che mette in luce come le prime vittime di queste stragi siano le stesse famiglie musulmane, che nei Paesi occidentali vengono guardate troppo spesso con sospetto e paura.

La speranza è comunque il fil rouge dello spettacolo, espressa dal personaggio di Mohammed che ripete al suo futuro figlio ciò che suo padre aveva detto a lui anni prima: "Bambino mio ti prometterò che il nostro, un giorno, sarà il Paese dei giusti e ci sarà la pace… la vera pace!".

"Le luci di Algeri":

il teatro che recupera emozioni e competenze

Un progetto dell'associazione Reatino 15 

con il patrocinio di Fondazione Progetto Arca Onlus e Municipio Roma XV

Marcella Bioccoli firma la regia, Luciana Lusso Roveto i movimenti di scena.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma