Il dramma Quo vadis Aida? di Jasmila Žbani? è il terzo film di Dominas Meas, viaggio nel multiverso femminile con cui si è aperta la rassegna Fratello Cinema, organizzata dai frati francescani del Cineforum Seraphicum e dalla Fondazione Pontificia Fratelli Tutti con il patrocinio di Roma Lazio Film Commission e il contributo di Lucky Red distribuzione.
Quo Vadis, Aida? della regista bosniaca Jasmila Žbani?, è il primo film a ricostruire la strage di Srebrenica del 1995, genocidio di oltre 8000 musulmani bosniaci, per la maggior parte ragazzi e uomini, durante la guerra in Bosnia ed Erzegovina. L'episodio è visto dagli occhi di Aida, traduttrice per le Nazioni Unite, che quando l'esercito serbo prende il controllo della città, lotta per salvare più vite possibili o almeno il marito e i figli. Una storia drammatica e avvincente che mostra lo sforzo di una donna di rispondere con la vita alle logiche di morte dei conflitti armati, modello delle tante donne che nel '900 si sono contrapposte alle atrocità delle guerre e ai crimini più efferati.
Al termine del film, accompagnato dalla criminologa Flavia Fiumara, il pubblico potrà dialogare con Kada Hoti? e Šehida Abdurahmanovi?, madri sopravvissute all'eccidio di Srebrenica e membri dell'Associazione "Movimento delle madri di Srebrenica e Zepa".

L'appuntamento è sabato 9 dicembre alle ore 17 presso l'Auditorium Seraphicum – Via del Serafico, 1 (Roma)


L'ingresso è gratuito (fino ad esaurimento posti) ma è possibile prenotare il proprio posto via e-mail.

Info e prenotazioni all'indirizzo cineforum@seraphicum.org.

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli