Rock opera, in prima nazionale

Uno strano musicista vive rinchiuso da più di otto anni nella sua stanza. Ha perso la memoria ma possiede la capacità di viaggiare nel tempo, captando l'energia degli oggetti. Durante uno di questi viaggi incontra un ragazzino timido e introverso di nome Victor e ne segue le mosse. Un'avventura visionaria, che inizia tra le montagne e termina in una metropoli. Tra pagine di diario, disegni e canzoni si snoda il racconto di un uomo alla ricerca di se stesso, che scopre il motivo della sua clausura e trova la forza di ritornare alle origini.

LEMURI IL VISIONARIO è una piccola "Opera Rock". Lo spettacolo, racchiude al suo interno diverse forme d'espressione artistica: la musica, la letteratura, il teatro e la videoarte. Tutte al servizio del bizzarro protagonista della storia, LEMURI. Il

pubblico, immedesimandosi nelle tragicomiche vicende di Lemuri, viene invitato ad abbattere con la fantasia le pareti circostanti avventurandosi in uno spazio onirico e visionario. Questo avviene attraverso la musica e l'interazione tra gli

attori e le illustrazioni del noto fumettista friulano Giulio De Vita. Sul palco oltre al protagonista, un pianoforte, una chitarra, degli strumenti a percussione e un attore

che interpreta le sue oniriche visioni. L'avventura che Lemuri affronta partendo dal suo incredibile paesino dimenticato dal mondo fino a raggiungere una delle nostre metropoli, per poi tornare al punto di partenza ormai diverso dai suoi ricordi, diventa così il viaggio che ognuno di noi deve affrontare per abbandonare l'infanzia e diventare un adulto. Per tutta la durata della performance l'eroe errante apre la sua anima attraverso un diario di parole e canzoni in cui ci racconta le sue paure, il crudo confronto con le vuote ed effimere chimere del nostro mondo, le sue fragilità fisiche e psichiche, la sua impari lotta contro il tempo per arrivare finalmente a decidere di tornare "liberato" alla vita semplice che conduceva da bambino.

"Ho sempre trovato naturale oltrepassare la linea sottile che separa la realtà dai sogni; lo faccio sistematicamente quasi ogni giorno. Mi ci vogliono pochi minuti per raggiungere il mio giardino segreto. Penso con insistenza ad un avvenimento, osservo attentamente un paesaggio o mi lascio attrarre

dai dettagli di un oggetto, quindi chiudo gli occhi e lascio semplicemente che il buio prenda forma. "

È questo uno dei tipici pensieri di LEMURI, il visionario e bizzarro protagonista dello spettacolo che proponiamo.

LEMURI

La nascita di un eroe

Produzione

Il Visionario produzioni teatrali

Con:

Vittorio Centrone, voce e pianoforte

Antonio La Rosa, voce recitante

Umberto Vitiello, percussioni

Stefano Tedeschi, chitarre

Direzione artistica e regia

Vittorio Centrone e Antonio La Rosa


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma