Nel 1943 moriva Simone Weil. A distanza di settant’anni Massimiliano Giovanetti e Marta Scelli rendono omaggio alla filosofa e scrittrice francese che poco prima di morire scrisse Il manifesto per la soppressione dei partiti politici. Un breve trattato pubblicato sette anni dopo dalla rivista La Table Ronde e in seguito dalla casa editrice Gallimard.

Con lo spettacolo Di Nessun Partito in scena al Teatro Stanze Segrete dal 5 al 10 novembre si dà voce al pensiero di Simone Weil in un momento in cui parole come verità, giustizia, libertà, responsabilità, si confondono nei discorsi berciati nei microfoni dell’informazione, si falsificano nei megafoni della propaganda e si trasformano in detriti portati dal flusso informe della comunicazione mediatica.
Di Nessun Partito, interpretato da Marta Scelli e diretto da Massimiliano Giovanetti, arricchito con i video curati da Riccardo Palladino, vuole restituire un senso a quelle parole e provare ad immaginare una socialità diversa, una politica più evoluta, un’umanità più consapevole.

“La conclusione è che l'istituzione dei partiti sembra proprio costituire un male senza mezze misure. Sono nocivi nel principio, e dal punto di vista pratico lo sono i loro effetti. La soppressione dei partiti costituirebbe un bene quasi allo stato puro. È perfettamente legittima nel principio e non pare poter produrre, a livello pratico, che effetti positivi”.

Con Marta Scelli, drammaturgia e regia di Massimiliano Giovanetti, visuals Riccardo Palladino

Informazioni, orari e prezzi

Teatro Stanze Segrete

Info:
06 6872690
388 9246033

Biglietti 13 euro e 3 euro di tessera associativa
10 euro ridotto e 3 euro di tessera associativa

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli