Un "dramma di memoria" che narra le vicende della disfatta di una famiglia

Dal 18 al 22 aprile è in scena al Teatro Della Forma di Roma, Lo zoo di vetro scritto da Tennessee Williams nel 1945. La versione di Tina Agrippino, che vede in scena Rosa Maria Marcucci, Ugo Andrea Santangelo, Eunice Naso, Alberto Papalia, è la versione tradotta da  Gerardo Guerrieri.

Lo zoo di vetro è un "dramma di memoria" che narra le vicende della disfatta di una famiglia. Il figlio Tom rievoca momenti di vita vissuta insieme alla madre Amanda e alla sorella Laura. Il padre li ha abbandonati anni prima. Amanda vive nel ricordo di una giovinezza dorata, mentre Tom, incatenato dalle responsabilità che gli addossa la madre, sogna un futuro diverso lontano da casa. Laura, afflitta da una lieve zoppìa, si rifugia nella collezione di figurine di vetro nelle quali si identifica. Ognuno di loro è intrappolato in  un'esistenza fatta di illusioni e sogni, in cui anche la memoria si scontra con un presente crudele che delude i sogni e travolge il sognatore incapace di mantenere i contatti con la realtà. All'interno di questo piccolo nucleo familiare si inserisce Jim, portatore di un sano giovanile ottimismo,. ma, suo malgrado, egli scatenerà la definitiva rottura dei legami familiari.

NOTE DI REGIA

In questo allestimento, portato in scena dalla compagnia "L'Araba Fenice" per la regia di TINA AGRIPPINO, il dramma è ambientato nell'Italia fine anni '70, per renderlo più fruibile al pubblico e fluido nella localizzazione temporale. Il linguaggio dell'autore rimane intatto nella sua spietata aderenza ad una realtà in cui il tormento romantico si alterna alla rabbia, l'allegria si stempera nell'insulto e il rimpianto si accende di tenerezza.

La regia mette in luce momenti di gaia spensieratezza familiare, restituendo al dramma di T. Williams l'afflato tra Amanda, Laura e Tom.

Le musiche sottolineano questa messinscena per la nostalgia che ci riporta ad un tempo passato e per la gaiezza del tempo presente .

Lo Zoo Di Vetro

Di Tennessee Williams

Traduzione Gerardo Guerrieri

Regia Tina Agrippino

Con Rosa Maria Marcucci (Amanda) Ugo Andrea Santangelo (Tom),   Eunice Naso (Laura) Alberto Papalia (Jim)

Aiuto Regia: Rosa Maria Marcucci                

Scene E Costumi: Enza Fortunato

Tecnico Audio e Luci: Claudio Carfora

Assistente Alla Regia: Lucrezia Martino    

Assistente Di Scena: Elettra Naso

Foto Di Scena: Raffaela Sabbatini                    

Ufficio Stampa: Rocchina Ceglia


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma