La solitudine, per l'attore comico, è una necessità e una vocazione, egli è solo con il suo pubblico, per interessare, per piacere; egli ha soltanto se stesso, la sua persona, la sua tecnica, per conquistarsi sul campo, sera dopo sera, il suo diritto ad esistere. Non ricorre come l'attore borghese ad una finzione drammatica, egli non è in scena per interpretare, ma per rappresentarsi. Viviani diceva: un comico non deve somigliare a nessun altro, né deve ricordare gli altri; deve avere una figura a sé, un genere a sé, un repertorio a sé. A questa tipologia d'attore appartiene Lucia Cassini, protagonista dello spettacolo: "LUCI' DEL VARIETA' " scritto da Lucia Cassini; musiche originali del maestro Uccio Sanacore e della stessa Cassini. Le coreografie di Daria Benedetti e Mia Mele ,i costumi di Giuseppe Tramontano.
Lo spettacolo vuole offrire al pubblico, una satira raffinata e pungente, basata su di un percorso che va dal Cafè Chantant alle "macchiette" di autori del calibro di: Pisano e Cioffi che ebbero in Nino Taranto un magistrale interprete. Ma soprattutto la metamorfosi subita nello specifico del linguaggio da Cabaret, dove la "macchietta" diventa irridente satira politica e di costume. Lo spettacolo fa ricorso anche alla parodia, riproponendo uno spaccato dedicato a Dino Verde e a Don Lurio che hanno contribuito con testi , coreografie e regia al successo dello stesso.
'Lucì del varieta', presenta una forte dose di autoironia, che da sempre, caratterizza l'interprete principale, il Totò "in gonnella"; l'attrice, infatti, si muove a proprio agio, volteggia, potremmo affermare, intorno a quel patrimonio di "doppi sensi" che il nostro teatro delle Varietà conserva; riuscendo, di volta in volta,all'insegna di una comicità tutta partenopea, a coinvolgere gli spettatori trascinandoli in quell'atmosfera spensierata, piacevole e divertente del Café Chantant, del varietà e del cabaret.Con Lucia Cassini ancora una volta in scena Saverio Mattei dopo i tanti successi vissuti insieme nello storico gruppo de "I CABARINIERI" di Angelo Fusco.Debutto teatrale di Antonello Cuomo già sosia di Antonello Venditti. Nello spettacolo Michele Selillo Giovane cantante attore napoletano e Nicola D'Ortona giovanissima promessa del teatro Italiano e Vico Marcone attore radiofonico.Al pianoforte Il maestro Mario Messina.Le coreografie di Don Lurio sono eseguite dal Baba' Ballet (Mia Mele,Milena Di Fiore,Ilaria Porcaro e Gabriella Scarici). La regia è affidata a Giacomo Carlucci produttore e regista teatrale romano.

PICCOLOTEATRO IL SALOTTO DI PULCINELLA
presenta Lucia Cassini
LUCI' DEL VARIETA'
Uno spettacolo di Lucia Cassini

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli