Tornano in scena le tematiche sociali

In Martina & Nocciolino si affrontano tematiche quali la diversità: sociale, culturale, sessuale; la necessità di stimolare i più giovani a riscoprire attività come la lettura o l’esplorazione del mondo circostante, invitandoli ad un dialogo reale, non solo virtuale; l’abbandono degli anziani e la scarsa stima che i giovani nutrono nei loro confronti; la necessità di interessare le nuove generazioni alla cultura, al sapere, in particolar modo all’arte; e il senso dell’amicizia.

Tutto è visto dagli occhi di Martina, la quale, seppure talvolta possa sembrare più matura di una bambina di otto anni, conserva comunque quella freschezza, quella spontaneità, quella ingenuità, che distinguono i bambini dagli adulti.

Martina è una bimba vivace e curiosa, che si ritrova catapultata nel mondo del Buon Popolo. Lì, stringe amicizia con Nocciolino, vivace e curioso folletto. I due saranno protagonisti di divertenti avventure popolate da personaggi bizzarri, a cavallo tra il mondo degli umani e quello dei folletti. A spezzare questa giocosa atmosfera sarà un pasticcio commesso da Polline – fata scriteriata – carissima amica di Nocciolino. Che avverrà dell’amicizia tra Martina e Nocciolino, visto il pasticcio causato dall’ingenuità di Polline?

CAST

Scritto e diretto da Giorgio Volpe.

Aiuto Regia Ludovica Ottaviani.

Attori Camilla Bianchini, Giorgio Volpe, Maria Grazia Maniscalco, Tony Scarfì,

e con Maria Gisella Cesari, Sabrina Pizziconi e Marina Locchi.

Illustrazioni Lucilla Tubaro.

Musiche originali Simone Francucci.

Scenografia Loredana Ivagnes, G. Volpe, L. Ottaviani.

Trucco Simona Paolantoni.

Costumi Loredana Ivagnes.

Ufficio Stampa Fiorenza Sammartino, G. Volpe.

Si ringrazia l’Ass. Cult. ALLOSTATOPURO


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma