Teatro Mobile propone una tragedia latina

Già rappresentata con successo a Pompei, ai Mercati di Traiano e in occasione della riapertura del nuovo percorso alle pendici meridionali del Palatino, Teatro Mobile ripropone "Octavia", unica tragedia latina che racconta una storia romana pervenutaci  integralmente. Attribuita a Seneca (appositamente tradotta e adattata da Pina Catanzariti), narra di Ottavia (Galatea Ranzi), la sposa che Nerone abbandona per Poppea, condannandola all'esilio e alla morte. Dispiegato lungo lo splendido percorso dei Musei Capitolini, un vero "viaggio nel tempo", rigorosamente in cuffia, incontrando Octavia, Nutrix (Galliano Mariani), "Chorus" (Paolo Musio), e poi Seneca (Nicola d'Eramo) e Nerone (Pietro Faiella), il fantasma di Agrippina (Ludovica Modugno) e Poppea (Liliana Massari).


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma