Uno spettacolo con Giancarlo Ratti e il tenore Francesco Giannelli

Domenica 30 marzo, dopo il successo riscosso, Giancarlo attore Ratti ed il tenore Francesco Love Love Love Giannelli tornano ancora una volta protagonisti del nuovo spettacolo ttacolo “Molto ruggito per nulla 2”.

Orfani di Dose e Presta, l’attore Ratti e il tenore Francesco Love Love Love Giannelli saranno gli interpreti, sul palcoscenico del “Teatro Golden” di una nuova serata a sorpresa dove i due artisti, protagonisti entrambi della trasmissione radiofonica di Radio 2 Rai “Il Ruggito del Coniglio”, si alterneranno sul palco del Golden tra le arie d’opera di Giannelli e gli sketches surreali dell’attore Ratti e con i contributi video di personaggi esilaranti.

Sul palco insieme all’attore Ratti e al tenore Francesco Giannelli ci sarà il quartetto d’archi “Arie, armonie gravemente modificate” composto dai maestri del teatro dell’Opera di Roma, che eseguirà, dal vivo, brani tratti da opere e arie famose ed accompagnerà il tenore Giannelli nelle sue esibizione.

Uno spettacolo esilarante fino allo lacrime dove ai momenti di follia degli sketches di Giancarlo Ratti che interpreta tanti personaggi come l’oste, suo fratello il serissimo Gianvittorio Ratti, il presentatore di “moderni materassi” , il maestro di “danza”, si alternano sul palcoscenico con i tanti brani eseguiti dal Maestro del Teatro dell’Opera di Roma Francesco Giannelli che reinterpreta brani classici come la famosa “Granada” trasformata in “Gramigna”.

Giancarlo Ratti, attore di teatro e di televisione è nel cast della fortunata trasmissione radiofonica dal 2004 “Il ruggito del coniglio” . Negli ultimi anni è stato protagonista in teatro di: “La casa di famiglia”, “ Amleto contro la pantera rosa”, L’arte della truffa”, “Momento di follia”. Negli ultimi anni l’abbiamo visto in televisione nelle fiction “La ladra” con Veronica Pivetti; in “I Cesaroni” dove interpreta il ruolo di Barilon.

Francesco Giannelli, romano, studia fin da bambino musica, canto, chitarra fino ad approdare alla celebre Scuola Popolare di musica di Testaccio ed esibendosi con un gruppo ad Umbria Jazz. Comincia poi a studiare da tenore lavorando al Teatro Vespasiano di Rieti e in molti altri teatri lirici italiani ed internazionali. Nel 1997, entra nel coro del Teatro dell'Opera di Roma. Negli ultimi anni, a ricominciato a dedicarsi al suo primo grande amore, il jazz.

Giancarlo Ratti e Francesco Giannelli

in

MOLTO RUGGITO PER NULLA

di Giancarlo Ratti

con il quartetto d’archi dei maestri del teatro dell’Opera di Roma

“Arie, armonie gravemente modificate”


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma