Una fusione totale tra musica rock e coreografia

Messo in scena per la prima volta nel 2005, monumental rappresenta l'apice del percorso artistico di The Holy Body Tattoo, la compagnia fondata nel 1993 da Dana Gingras e Noam Gagnon che ha conquistato un posto nella storia della danza con le sue spericolate sperimentazioni dall'attitudine rock, volte a raccontare i segreti della psiche umana. Una produzione ambiziosa nata sulle note di F#A#?, primo album dei conterranei Godspeed You! Black Emperor, oggi considerati tra i gruppi più rappresentativi della scena post-rock internazionale. Dopo 10 anni The Holy Body Tattoo riallestisce monumental per una tournée mondiale avvalendosi delle musiche (in parte inedite) eseguite dal vivo dalla band di culto. Nove danzatori in abiti da ufficio, isolati su altrettanti piedistalli, dialogano con il suono tagliente di cinque chitarre, due drum kit e un violino, per raccontare il caos del mondo moderno. A dare ulteriore forza a questo affondo nell'alienazione contemporanea, sono i testi dell'artista statunitense Jenny Holzer che, nella serie Living (1981), analizza la quotidianità dell'essere umano.

Monumental

Prima nazionale

The Holy Body Tattoo

Monumental

with live music by Godspeed You! Black Emperor

Coreografia Dana Gingras, Noam Gagnon

Musica dal vivo Godspeed You! Black Emperor

Luci Marc Parent

Testi Jenny Holzer

Video Dana Gingras, William Morrison

Costumi Marilène Bastien


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma