Martedì 27 ottobre p.v. alle ore 19.00 presso l'Accademia d'Ungheria in Roma verrà proiettata (in lingua ungherese con sottotitoli in italiano) la versione restaurata in 4K del celebre film Nella corrente (1963, 81') di István Gaál.

Un gruppo di studenti trascorre un giorno di vacanza sul fiume Tisza. Spensierati, prendono il sole o si tuffano per coprirsi con il fango del fondo. Nessuno si accorge che qualcuno manca. Gabi è annegato. Dopo la tragedia, tutti faranno un esame di coscienza: di chi è la colpa? Quale atteggiamento ha ciascuno di loro verso gli altri e verso il mondo? Questa pressione li rende adulti e anche i rapporti tra di loro si trasformano.

Il primo lungometraggio di István Gaál, influenzato da Antonioni, fu uno dei primi successi internazionali della Nouvelle Vague ungherese. Già all'inizio della carriera, Gaál e il direttore della fotografia Sándor Sára avevano scoperto una visualità pittorica basata sull'alternanza tra paesaggi e ritratti in cui paesaggio e oggetti fotografati in maniera geometrica divengono quasi specchi musicali dell'anima. Pier Paolo Pasolini lodò il film per "la liricità, la freschezza e il tono nuovo" e grazie a lui fu proiettato al festival di Pesaro.

Nel 1964 "Nella corrente" vinse a Cannes il premio della Giuria, e successivamente venne premiato anche a Karlovy Vary. Inoltre la rivista britannica Sight & Sound lo annoverò tra i migliori cinque film di quell'anno.

La première della versione restaurata in 4K si è tenuta alla 76. edizione della Biennale di Venezia nel 2019.

Informazioni, orari e prezzi

Ore 19.00

Ingresso gratuito, previa prenotazione obbligatoria:
info

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli