Uno spettacolo scritto, diretto e interpretato da Grazia Scuccimarra

Andato in scena oltre trenta anni fa, è oggi considerato – dopo più di duemila repliche – uno spettacolo "cult", un classico del teatro comico contemporaneo.
Attualissimo per lucidità e vis comica, è un'ironica e pungente radiografia di quello che fu il modo di essere giovani negli anni '60 (un'epoca così piena di tradizione e fermenti insieme), cioè del loro modo di amare, vestire, sognare, studiare, atteggiarsi, muoversi nel sociale e fare politica: il risultato è l'analisi di una generazione vista attraverso un continuo ed esilarante parallelismo con la realtà dei giovani dei giorni nostri.
Ridiamo quindi di come eravamo sciocchi, teneri e inconsapevoli, pur vivendo intensamente nel sociale, e di come siamo oggi, molto più coscienti, senza più veli e vecchie tradizioni ma, non per questo, meno patetici di allora.
Di questo spettacolo hanno scritto : "…con incredibile ed assoluto dominio del palcoscenico Grazia Scuccimarra galvanizza il pubblico suscitando continue risate".
Ed ancora: "………si presenta freschissimo e coinvolge e fa ridere le spettatrici e gli spettatori di almeno tre generazioni, che applaudono a scena aperta...".


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma