Emozionante e sincero omaggio a Pier Paolo Pasolini di Massimo Mirani e Daria Verones

In scena al Teatro Studio Uno di Roma dal 18 al 21 dicembre “Non per vantarmi ma avevo capito tutto…un uomo avanti”, emozionante e sincero omaggio a Pier Paolo Pasolini di Massimo Mirani e Daria Veronese, spettacolo semifinalista al Roma Fringe Festival 2014.

Scrittore, poeta, regista, intellettuale straordinario e controverso Pier Paolo Pasolini, viene ricordato in questo intenso e coinvolgente monologo interpretato da Massimo Mirani, che ne ripercorre la storia, partendo dalla morte e rievocando così personaggi, voci, dialetti, musiche, ma anche gli affetti, la sessualità, il cinema e la politica. Al centro la grande poesia dell’autore, ora privata, ora pubblica e politica, ora serena ora tragica, ora affilata ora carezzevole, ora pudica ora sfrontata e scandalosa.

A quasi quarant’anni dalla scomparsa di Pasolini questo spettacolo esalta e sottolinea con estrema semplicità e chiarezza le mille facce di uno degli artisti più discussi amati e odiati del nostro tempo riuscendo a mettere in luce il suo pungente sguardo visionario e profetico. La biografia dell’artista si completa si confonde con l’analisi di un periodo storico delicato e complesso, argomenti scomodi e poco convenzionali che in questa messa in scena vengono raccontati con coraggio, offrendo un nuovo e interessante punto di vista per comprendere un artista e “un uomo avanti”.

“Non per vantarmi ma avevo capito tutto…Un uomo avanti”

dal 18 al 21 dicembre 2014 al Teatro Studio Uno,

Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara).


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma