E' uno spettacolo LISA: Libere Iniziative Spettacolari Azzardate

Dopo il grande successo di Corso Involontario per l’uso di evidenti debolezze torna per la seconda volta a Roma una nuova versione del surreale, grottesco e poetico testo di Lorenzo Gioielli autore teatrale e attore, noto al grande pubblico per l’interpretazione de il Padre del Freddo nella serie di Romanzo Criminale e per le numerose collaborazioni cinematografiche (La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino, Mia Madre di Nanni Moretti). Il NUOVISSIMO Corso Involontario per l’uso di evidenti debolezze dal 1 al 18 ottobre sarà al teatro Cometa Off per terrorizzarci tutti ancora una volta. Come per la versione precedente, firma la regia del Nuovissimo corso Virginia Franchi, confermando il sodalizio creatosi con Lorenzo Gioielli negli ultimi anni.

Secondo una statistica dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni anno l’un per cento degli occidentali muore. Il “Corso Involontario per l’uso di evidenti debolezze” offre un impagabile servizio: rivela chi dei presenti allo spettacolo morirà entro dodici mesi!

Per raggiungere questo sconvolgente risultato, la Compagnia mette in scena una commedia, il “Corso involontario per l’uso di evidenti debolezze”, appunto, provocando delle inusitate e sconcertanti reazioni da parte del pubblico. Lo spettatore non deve far nulla, solo lasciarsi andare a quello che sentirà, vedrà e rispondere, se vuole, ad alcuni elementari quesiti. Le reazioni vengono percepite dalle attrici e dagli attori della Compagnia che al termine stabiliscono, di concerto con un’ospite d’eccezione, la Morte in persona, quale spettatore entro un anno non sarà più fra noi.

Solo un morituro per sera. Gli altri vanno via sani e salvi.

Il “Corso involontario” è anche un corso, involontario ovviamente, per sfuggire alla Morte per il maggior tempo possibile. Se seguito attentamente, dallo spettacolo è possibile ricavare preziose informazioni per vivere per più e più anni in ottima salute. Mentale, se non fisica. Con il “Corso involontario per l’uso di evidenti debolezze” s’impara a vivere per sempre.

O per moltissimo.

O per molto.

Comunque a vivere meglio.

Credo.

Zan zan.

Testo di Lorenzo Gioielli | regia di Virginia Franchi

con Valentina Cretella, Elisa Di Eusanio, Lorenzo Gioielli, Andrea Lolli,

Marzia Meddi, Marco Morana, Valeria Spada, Arcangelo Zagaria

scene Mascia Debracenko

costumi Giuditta Londino

disegno luci Paolo Meglio

movimento scenico Marzia Meddi

aiuto regia Valeria Spada

progetto fotografico Giampaolo Demma, Giulia N. Comito

progetto grafico Andrea Minnucci, Alessandro De Marco

produzione e organizzazione LISA e Società per Attori


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma