Se la malattia è l'onesta, quale rimedio usare per sconfiggere questa pericolosa patologia?

Da giovedì 29 gennaio a domenica 1 febbraio 2015 al Teatro Studio Uno di Roma, andrà in scena Onestà omeopatica, una commedia di Angelo Sateriale. Individualità e comportamenti in pubblico, onestà e malaffare, rapporti e relazioni tra verità e menzogna sono al centro dello spettacolo. Sateriale ancora una volta lancia dubbi e certezze su azioni e reticenze, in un'opera decisamente ironica. Una commedia diversa dalle altre, sempre comico-brillante, ma con dei tocchi surreali che rendono l'interpretazione grottesca e totalmente sopra le righe. Accanto all’artista campano reciteranno Alessandro Giova e Marco Bernardini.

La storia è quella di due personaggi, Filippo Onorato e Giulio Retto i quali, dopo una serie di controlli, vengono ritenute le persone più oneste e quindi più pericolose d’Italia. Ovviamente in un contesto in cui la normalità, intesa come mero rapporto statistico, è caratterizzata da un profilo psicologico diametralmente opposto, tale situazione necessita di un inevitabile ed urgente intervento al fine di rimuovere quella che è considerata una patologia. Dopo innumerevoli tentativi andati a vuoto, viene individuato il giusto rimedio. Ai due malcapitati vengono sottoposti una serie di libri da studiare al fine di scardinare quelle certezze etiche di cui sono impregnati. Alla fine di questo periodo, che si terrà in una località a loro ignota, Filippo e Giulio vengono sottoposti all’esame finale, l’onestà omeopatica appunto, condotto dal una sorta di “onestatore”.

Insieme ai tre giovani protagonisti è d'obbligo ricordare anche Marco Barbato autore delle musiche, e Luana Abbondandolo, direttore di produzione, validi e fidati collaboratori dell'Associazione culturale Cicolocchio, che produce la commedia.

Onestà Omeopatica

Scritto e diretto da Angelo Sateriale

con Marco Bernardini, Alessandro Giova, Angelo Sateriale


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma