Spettacolo ironico e paradossale

In scena al Teatro Studio Uno dal 23 al 26 aprile “Opera Panica” di Alejandro Jodorowsky, spettacolo ironico e paradossale della compagnia DoveComeQuando che racconta, in esilaranti quadri dall’atmosfera circense, di come l’uomo affronti le difficoltà di essere felici. Protagonisti Letizia Barone Ricciardelli, Flavia G. de Lipsis, Carlo Disint, Alfonso Germanò, Alessandro Marrone, Adriano Missori, Andrea Onori, Maria Francesca, Palli Laura Toro, per la regia di Piero Dattola.

Opera Panica si presenta al lettore come testo nudo, ridotto all'essenziale. Eppure, nonostante l'ostentata frammentarietà, Jodorowski ha creato molto più di un mero insieme di scene. Sebbene i ventisei mini-quadri, pur orbitando tutti nella sfera dell'assurdo, vadano dal comico al poetico, dall'ironico al malinconico, dal logico-matematico al "melò-tragico"; e sebbene il loro argumentum sia sempre diverso, tutti condividono lo stesso tema: l'impossibilità, per l'uomo, di vivere senza ritrovarsi, alla fine, in qualche modo insoddisfatto - così nell'intimo come nella società, passando per le relazioni amorose.

Tanto Jodorowski è abile nel sondare questa "inettitudine alla felicità" dell'uomo - sia questi raffinato o rozzo, distaccato o carnale, forte o debole - quanto lo è nell'incantare lo spettatore con situazioni comiche, paradossali o poetiche, che la messa in scena della compagnia DoveComeQuando ha reso in un contesto unitario di stampo circense, recuperando le origini storiche del testo. Situazioni alle quali è impossibile assistere nella vita reale...per quanto sono vere.

Opera Panica

(Cabaret Tragico)

di Alejandro Jodorowski

regia Pietro Dattola

con Letizia Barone Ricciardelli, Flavia G. de Lipsis, Carlo Disint, Alfonso Germanò, Alessandro Marrone, Adriano Missori, Andrea Onori, Maria Francesca Palli, Laura Toro

costumi Maria Francesca Palli

scenografia Alessandro Marrone

foto Novella Oliana


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma