Alla corte di Navarra il Re Ferdinando e i suoi gentiluomini hanno fatto voto di dedicarsi per qualche tempo solo allo studio, ma l'arrivo improvviso a corte della principessa di Francia col suo seguito rivela quanto la promessa pronunciata sia effimera.
A suon di missive segrete, mascherate, schermaglie verbali e goffi corteggiamenti, l'amore fa breccia nel cuore di damigelle e cavalieri. Purtroppo l'improvvisa partenza delle fanciulle interrompe bruscamente l'idillio: il lieto fine è rimandato, gli affanni d'amore sono stati per il momento vani e solo l'attesa fedele saprà riscattarli.

Note di regia:
Pene d'amor perdute (1594) rappresenta il potere e l'ambiguità del linguaggio, ma è anche una briosa festa di bisticci, doppi sensi, allusioni incrociate. Uno dei temi fondanti della commedia, oltre alla passione amorosa, è senza dubbio quello dell'incertezza. I personaggi vivono domandandosi se mai il loro amore sarà ricambiato: e proprio su questa condizione fa leva il ritmo sagace della commedia che si fa beffe dell'attesa inconcludente degli innamorati e mostra la complessità del sentimento amoroso. La pena d'amore è quindi vera e reale, una condizione a tutti gli effetti universale.


Pene d'amor perdute - Teatro Furio Camillo
Adattamento teatrale e regia: Agnese Torre

Con (in ordine alfabetico):
Roberto Benisio, Paola Bianchi, Lina Califano, Licia Capriccioli, Sabina Cascino, Elio Cocco,
Margherita Cristiano, Mariella Mariani, Fortunato Minniti, Vincenzo Monforte,
Anna Maria Salvini, Emanuela Toma, Emilia Zezza

Adattamento teatrale e regia: Agnese Torre
Assistente alla regia: Mariella Mariani
Costumi: Licia Capriccioli
Tecnico Audio/Luci: Fabio Massimo Forzato
Factotum: Maria Rosa Spanò
Organizzatore: Compagnia "Dispari&Contrari"  

Informazioni, orari e prezzi

Orario:
Venerdì 12 Aprile 2024 ore 21.00
Sabato 13 Aprile 2024 ore 21.00
Domenica 14 Aprile 2024 ore 17.30

Costo del Biglietto 13,00 euro

Per info e prenotazioni: infodispariecontrari@gmail.com

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli