In scena lo scompartimento di un treno

Al Teatro l'Aura in scena lo scompartimento di un treno, un piccolo mondo dove s’incontrano persone che non si erano mai viste prima e che forse non si vedranno mai più. Così, i passeggeri hanno la facoltà d’inventarsi diversi, con altre esperienze, altri sogni, altre aspettative. I personaggi della storia vivono quest’affascinante occasione di reinventarsi. Proprio come avrebbero voluto essere. E piano, piano, mentre il dialogo tra loro cresce e diventa confidenza, scoprono di divertirsi come matti, come mai avrebbero pensato. Arriveranno a contenuti comici inattesi, quasi non voluti, a dimostrazione che, nel corso della vita, ognuno di noi può essere il comico o la spalla, la vittima o il carnefice a seconda del momento che stiamo attraversando. La nostra storia di uomini non ci assegna ruoli definitivi, ma ci chiede di saper cambiare. Sul palco abbiamo tentato di riportare la vita, quella di tutti i giorni, senza le parti noiose, con i suoi protagonisti: Grazia che sta andando a lasciare il suo storico e ormai prevedibile fidanzato; Punto è atteso dal suo capo per un importante colloquio di lavoro; Antonio è appena diventato papà e va a conoscere il figlio, mentre Anna è monaca zen e poi, in fondo allo scompartimento, vicino al finestrino, è seduto un sinistro e inquietante personaggio, cosa vuole dagli altri? Dove sta andando? Un divertente e surreale viaggio in treno in un susseguirsi di battute irresistibili e paradossali situazioni comiche.

di Marco Falaguasta

regia di Massimo Bertucci

con

Alessandra Evangelista

Matteo Lombardi

Alessio Salvatori

Diego Nesta

Sara Bottone

Nicholas Musicco


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma