Teatro di Roma e Accademia nazionale d'arte drammatica "Silvio D'Amico" in sinergia per un percorso produttivo comune

Attenzione!!! Lo spettacolo JACOB VON GUNTEN, in programma dal primo al 3 ottobre è stato annulato!

Quattro spettacoli della Compagnia dell'Accademia al Teatro India firmati da Emma Dante (Studio da Le Baccanti) e Giorgio Barberio Corsetti (Tiranno Edipo!), a cui si affiancano due giovani registi Carmelo Alù (Un anno con tredici lune) e Fabio Condemi (Jakob Von Gunten); mentre il Festival Contaminazioni invade gli spazi del teatro con una rassegna autogestita dagli allievi.

Si rinnova per il secondo anno consecutivo la collaborazione dell'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio d'Amico" con il Teatro di Roma – Teatro Nazionale, che accoglie al Teatro India quattro spettacoli interpretati e diretti dalla neonata Compagnia dell'Accademia. Una iniziativa congiunta tra due istituzioni culturali in sinergia per una inedita collaborazione, ciascuno nella propria missione pubblica e nel comune obiettivo a sostenere sia la nuova creatività sia il perfezionamento degli allievi neodiplomati attraverso la formazione e il confronto con maestri e registi affermati.

Saranno, infatti, Tiranno Edipo! da Sofocle e Studio da Le Baccanti di Euripide il banco di prova della Compagnia dell'Accademia, spettacoli rispettivamente diretti da Giorgio Barberio Corsetti (27 settembre/3 ottobre) e Emma Dante (22 dicembre/5 gennaio); alle regie firmate dai maestri della scena si affiancano gli spettacoli di due giovani registi: Carmelo Alù con Un anno con tredici lune di Rainer Werner Fassbinder (26/28 settembre) e Fabio Condemi con Jacob Von Gunten di Robert Walser (1/3 ottobre).

Ad aprire il poker di spettacoli il Festival Contaminazioni 2018, la rassegna autogestita di liberi esperimenti teatrali degli allievi dell'Accademia che, dal 18 settembre al 23 settembre, invade gli spazi del Teatro India. Uno scenario di autonoma sperimentazione e contaminazione artistica offerta agli allievi attori, registi e drammaturghi, per realizzare spettacoli in forma di studio (durata massima di 40 minuti) e relazionarsi con le dinamiche produttive proprie del teatro. Quest'anno il Festival si arricchisce di una sezione dedicata alle arti visive grazie alla collaborazione con gli allievi dell'Accademia di Belle Arti di Roma.

Dal 26 al 28 settembre, a condurci nella toccante storia degli ultimi giorni di un'esistenza di solitudine, dolore, isolamento che troverà la morte, è la regia del giovane Carmelo Alù con Un anno con tredici lune, traduzione e adattamento di Letizia Russo, dal film del 1978 dell'estro furioso di Rainer Werner Fassbinder, dalla creatività pasoliniana, con protagonista il viaggio negli inferi interiori e nelle relazioni fra gli esseri umani di un transessuale, di nome Elvira, con sullo sfondo le macellazioni a catena di animali da mangiare.

Dal 27 settembre al 3 ottobre i giovani attori della Compagnia dell'Accademia sono diretti da Giorgio Barberio Corsetti in Tiranno Edipo! da Sofocle, un viaggio visionario per quadri che rappresentano le origini della modernità e dell'"Io occidentale". Due città: la città del mondo e la città interiore. «La città del mondo è l'umanità contaminata. Questo è l'esterno, un accampamento di migranti che non hanno un luogo dove stare – racconta Corsetti – Edipo può salvare il mondo, ma deve penetrare nella città interiore, nel cuore dell'Io, e portare a termine la sua indagine, sapere chi ha ucciso il Re». I personaggi sono tutti frutto di questo mondo interiore, una moltitudine di Edipi alla ricerca della verità.

Dall'1 al 3 ottobre è la volta del giovane regista Fabio Condemi con Jakob Von Gunten, ispirato al romanzo-diario di Robert Walser scritto nel 1909. L'azione si svolge all'interno di un istituto dove alcuni ragazzi imparano a servire l'Istituto Benjamenta, luogo simbolico di tortura e felicità, ambiguo e fantastico: qui gli allievi, tra questi Jakob Von Gunten, apprendono l'educazione alla rovescia, l'obbedienza fino alla dissociazione della personalità, al piacere di annullarsi. La drammaturgia si sviluppa attraverso accostamenti non narrativi di episodi, parole e immagini provenienti dal romanzo e dalle testimonianze sulla biografia dell'autore stesso.

Dal 22 dicembre al 5 gennaio in scena Studio da Le Baccanti di Euripide, nato come saggio di diploma è diventato un vero spettacolo. La regia di Emma Dante guida i giovani attori dell'Accademia alla comprensione di un testo, tanto lontano quanto terribile, incarnandolo nei loro corpi. «Un'opera del dio dello strepito di cui gli allievi si sono nutriti. E in cui riversano la loro energia, la loro gioventù, la loro freschezza», così il commento della regista palermitana che esplora attraverso la corporeità l'ebbrezza e l'euforia che le baccanti trasmettevano, rispettando il testo, i suoi ritmi e la sua scansione nella traduzione di Edoardo Sanguineti.

26 settembre ore 20.00

27 e 28 settembre ore 18.00

UN ANNO CON TREDICI LUNE

di Rainer Werner Fassbinder

traduzione e adattamento Letizia Russo

Regia Carmelo Alù

con Carmelo Alù, Grazia Capraro, Gabriele Cicirello, Emanuele Linfatti

Adalgisa Manfrida, Eugenio Mastrandrea, Xhulio Petushi, Riccardo Ricobello, Zoe Zolferino

Scene Dario Gessati - Costumi Gianluca Falaschi - Luci Pasquale Mari

produzione Compagnia dell'Accademia - Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio d'Amico"

27- 28 - 29 settembre _ 2 - 3  ottobre ore 21.00

30 settembre e 1 ottobre ore 17.00

TIRANNO EDIPO!

da Sofocle

Drammaturgia e Regia Giorgio Barberio Corsetti

con  Matteo Berardinelli, Maria Chiara Bisceglia, Caterina Bonanni, Alessandro Businaro,

Dario Caccuri, Simone Chiacchiararelli, Romina Colbasso, Carolina Ellero, Lorenzo Guadalupi, Domenico Luca,

Ignazio Sergio Maniscalco, Francesca Melluso, Marco Valerio Montesano, Tommaso Paolucci,

Francesco Vittorio Pellegrino, Francesco Pietrella, Rebecca Sisti, Aron Tewelde

allievi registi Tommaso Capodanno, Paolo Costantini, Marco Fasciana

Scene Massimo Troncanetti - Costumi Francesco Esposito - Luci Marco Giusti

Musiche originali - Preparazione e Direzione Cori cantati Massimo Sigillò Massara - Suono  a cura di Hubert Westkemper

Creazione Video Igor Renzetti, Lorenzo Bruno - Coreografie e Movimenti scenici Francesco Manetti, Monica Vannucchi

Assistenti alla Regia Fabio Condemi, Giacomo Bisordi - Assistente Scenografa Alessandra Solimene

Collaborazione alla drammaturgia Maria Luisa Maricchiolo e Michele Mazzone

produzione Compagnia dell'Accademia - Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio d'Amico"

1 ottobre ore 20.00

2 _ 3 ottobre ore 18.00

JAKOB VON GUNTEN

da Jakob Von Gunten

di Robert Walser

traduzione Emilio Castellani (Adelphi)

Regia e Drammaturgia Fabio Condemi

Drammaturgia dell'immagine, Scene e Costumi Fabio Cherstich

Disegno Luci Camilla Piccioni

con Lavinia Carpentieri, Xhulio Petushi, Gabriele Portoghese

Realizzazione Costumi Anna Coluccia

produzione Fattore K - in coproduzione con Compagnia dell'Accademia - Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio d'Amico" - in collaborazione con AMAT - Associazione Marchigiana Attività Teatrali

23 -27 - 30 dicembre ore 17.00

22- 28 - 29 dicembre ore 20.00

3 gennaio ore 17.00

4 - 5 gennaio ore 20.00

STUDIO DA LE BACCANTI

di Euripide

regia Emma Dante

con Viola Carinci, Irene Ciani, Gabriele Cicirello, Renato Civello, Jessica Cortini, Eugenia Faustini, Angelo Galdi, Alice Generali, Paolo Marconi, Eugenio Mastrandrea, Elisa Novembrini, Michele Ragno, Riccardo Ricobello, Naike Anna Silipo

Musiche e arrangiamenti corali Serena Ganci - Movimenti scenici Sandro Maria Campagna

Scene Carmine Maringola - costumi Emma Dante - luci Cristian Zucaro

Assistente alla Regia Federico Gagliardi

Assistente ai Costumi Italia Carroccio

produzione Compagnia dell'Accademia - Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio d'Amico".


Parteciperai? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma