Teatro, Cinema, Poesie e Danza per raccontare il viaggio di una donna

Sullo sfondo di un dialogo piuttosto quotidiano tra un uomo e una donna, che si rincontrano dopo diversi anni, le loro Coscienze, doppie, si confrontano, parlano, gridano, a loro stessi più che alla Coscienza dell’altro, ciò che provano, ciò che rimpiangono. Emma nasconde dietro un volto truccato, e un atteggiamento ironico, la sofferenza per essere vittima della violenza fisica e psicologica del marito; Simone è a conoscenza della violenza che subisce la donna ma non sa aiutarla, si limita a essere una presenza alterna e uno spettatore maldestro della vita di lei.

Alla fine di questo breve incontro e di un dialogo banale, fatto di sguardi e di sensazioni, che provengono dalle Coscienze e dai ricordi, più che di parole, Emma avrà compiuto un percorso che la porterà a una nuova consapevolezza.

Teatro, cinema, poesia e danza si fondono per raccontare il viaggio che questa donna compie, nello spazio di un incontro fortuito, verso la riappropriazione dell’atto di guardare, inteso come metafora di libertà, di presa di coscienza e di riaffermazione della propria individualità.

Saranno proiettati 8 cortometraggi, scritti e diretti da Diletta D’Ascia, Presidente Associazione Culturale Gli Utopisti; corti che sono il nucleo e struttura portante di questo spettacolo nato come progetto di sensibilizzazione.

Sarà, inoltre, proiettato “Donne con la primavera ancora lontana”, scritto e diretto da Souhail Bayoudh, Presidente Associazione Forza Tounes, regista e attivista per i diritti umani, che lancerà uno nuovo sguardo sulla violenza alle donne e con il quale condividiamo un nuovo progetto per lottare contro la violenza di genere nello spazio del Mediterraneo.

Lo spettacolo sarà arricchito dalle parole della scrittrice e giornalista Ilaria Guidantoni, con la poesia, L’odore della vita, tratta dalla raccolta Prima che sia buio. In ordine sparso seguendo un filo. Colosseo Editoriale.

testo e regia Diletta D’Ascia

con Valentina Celentano, Salvatore Lanza, Alessia Capua, Fabio Ferrante, Giulia Delicato, Roberto Oliveri

coreografie e danza Giulia Fabrocile

poesie ”Oblio” di Diletta D’Ascia, “L’odore della vita” di Ilaria Guidantoni, “Litigare” di Valentina Celentano


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma