In scena la famosissima vicenda shakespeariana

La famosissima vicenda shakespeariana di Romeo e Giulietta, reinterpretata e diretta dalla regista Valentina Cognatti, prende forma sulla scena intorno ad un unico fulcro: l’amore passionale, assoluto, purissimo dei due protagonisti in uno scenario di una nudità essenziale che vuole però suggerire, con la struttura dominante in continuo movimento e con il frastuono, i lazzi e le arguzie dialettiche degli altri quattro personaggi, una fertilità fantasiosa, una molteplicità di azioni e situazioni proprie di una realtà che si rivela in continuo mutamento.
Romeo e Giulietta, sempre al centro del cerchio tragico dell'opera, adeguano azione e linguaggio al nascere e crescere della loro passione e poi ancora alla piena consapevolezza e alla decisa affermazione del loro amore. Si differenziano, ben presto, da tutti gli altri personaggi, diventando gli unici giganti che incarnano la più alta e pura natura dell’Amore. Il loro Amore si nutre della sua irriducibilità ed è ispirato da un’autenticità tale da non sospettare neppure la possibilità del calcolo, del compromesso o della convenienza.
Romeo e Giulietta crescono sul palco, attraverso una passione piena e il rapimento totale l’uno dell’altra, arrivano alla completa maturità di uomo e donna che li vedrà decisi a perseguire il loro unico scopo, vivere o morire nel loro amore.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma