Divertente e politicamente scorretta

Divertente, cinica, ironica e politicamente scorretta una donna alla soglia dei quarant'anni. Un'attrice. Una signora. Sola, in scena. Riflette tra sé e cerca la complicità degli spettatori in un "flusso" di pensiero che trova la propria "coscienza" nella forza centripeta di una personalità fermamente intenzionata a esistere e non a resistere. Pure in mezzo alle sconsolanti considerazioni sul lavoro nel mondo del teatro, sui rapporti con gli uomini, sugli stereotipi della femminilità, sulla ghettizzazione della cultura, sulle costrizioni della seduzione, sul tedio dei giochi di ruolo, sul senso della maternità.

Qualcosa è vero; qualcosa è falso ma potrebbe pure essere vero. Anche perché da qualche parte c'è un Autore. Un uomo. ma soprattutto perché la signora... s'ignora!

Scritto da Fabio Massimo Franceschelli su un soggetto di Francesca Guercio e interpretato da Francesca La Scala. Una produzione OlivieriRavelli_teatro al settimo anno di repliche. Regia: Francesca Guercio


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma