Uno spettacolo di Pippo Franco con I Pandemonium

E’ un viaggio comico all'interno di noi stessi. L'uomo di oggi, che irrompe disorientato sulla scena, non si riconosce più nell'attuale civiltà che ha sostituito l'essere umano con il suo codice fiscale, con un numero, con la pedina di un profitto dei mercati internazionali.

Schiacciato dai balzelli di Stato e privato della propria anima, l'uomo, ridotto ormai alla povertà di moneta, di sogni e di pensiero, non può che cercare di sottrarsi al meccanismo che lo ha incastrato.

L'arte di rimanere a galla è il tema sostanziale dello spettacolo che intende fornire allo spettatore le istruzioni di come sopravvivere. L'uomo sulla scena non è solo ma ha quattro compagni di viaggio i quali costituiscono un coro che rappresenta la realtà commentando e suggerendo il da farsi, rievocando l'Italia del secolo trascorso per leggere meglio il nostro tempo, un tempo che non è più definibile. Tutto è liquido, inafferrabile, non sai dove si nasconde il nemico e cosa ti aspetta domani.

C'è soltanto un modo per uscire dalla trappola: il recupero del senso dell'ironia sulla quale ancora non si pagano tasse. E sarà proprio l'ironia a guidare le tappe del percorso dell'uomo che fra canzoni, sberleffi, assurde disperazioni e incontrollate esaltazioni tenta con i suoi amici di uscire da un'angoscia che spesso sconfina nel ridicolo.

Il lato comico dell'esistenza umana suggerirà una soluzione, anche se molto precaria. Meglio di niente. Meglio un nuovo oggi. Meglio oggi. Meglio. Tutto si assottiglia. Meglio riderci sopra e andare avanti per la nostra strada. Il fatto è che il traffico è tutto bloccato.

Scritto e diretto da

Pippo Franco


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma