Il Vittoria delle Meraviglie. La nuova stagione di family show al Teatro Vittoria

Il Vittoria delle Meraviglie, la stagione di family show ideata da Teatro Fantastico al Teatro Vittoria, presenta “Scretch”, uno degli spettacoli più rappresentativi del rivoluzionario e dissacrante teatro di figura di Claudio Cinelli. Con le sue mani, la sua mimica e pochi oggetti, Cinelli dà vita a una cascata irrefrenabile di personaggi, situazioni e immagini che costringono il pubblico al riso più sfrenato.

SCRETCH è uno spettacolo strutturato in forma di varietà; l'ordinato fantastico di un "teatro da sera" può talvolta "strapparsi" e diventare buffo contenitore di una strana rassegna di atteggiamenti umani e di situazioni. Mani, oggetti, pupazzi, marionette a filo, occhiali, possono divenire "credibili" protagonisti delle loro piccole storie: ora patetiche, demenziali, talvolta liriche. Brandelli di un immaginario disordine di ruoli. Tra lo sketch e la magia c'è il "burattinaio" che, persecutore e vittima al tempo stesso, costringe all'azione, nel gioco senza fine del teatro.

“Era un bel po' di tempo che non ci capitava di sentirci piovere addosso una cascata così fresca di invenzioni fatte con niente e capaci di tutto"(Renzo Tian - Il Messaggero)

"E' straordinaria la sua capacità quasi illusionistica di modellare gli stati d'animo" (Nico Garrone - La Repubblica)

"Le mani di Claudio Cinelli non sono soltanto lo strumento dell'abilità e della destrezza, ma diventano un dispositivo che fa scaturire immagini, associazioni, assonanze, parallelismi fra meccanismo minimo e sentimento" (Maurizio Grande - Rinascita)

"Porta l'esperienza e la tecnica accumulata in tanti anni di teatro di figura col Gruppo del Sole di Pontedera, ma con un gusto più deciso che costringe il pubblico al riso sfrenato"(Gianfranco Capitta - Il Manifesto)

"Lo spettacolo attuale appartiene dunque alla fase di arrivo di questo ricco background e riesce ad elevare il pur limitato meccanismo delle mani e delle palline su un piano teatralità assai suggestiva in una cornice dove la stessa mimica di Cinelli è personaggio" (Antonio Colotta- l' Avvenire)

"Cinelli è sicuramente dotato di notevoli capacità creative; riesce a scegliere tra il "banale" quello che ci "deve" essere riproposto. E' questo un modo consapevole di ridiscutere sull'ovvietà, un modo dunque di riportare le cose alla pericolosa facilità con cui le consumiamo. I pupazzi sono subito nostre invenzioni"

(Dante Cappelletti - Il Corriere del Giorno)

Claudio Cinelli, appena ventenne, nel 1972, è uno dei leader del gruppo Teatrolimite, gruppo teatrale italiano fra i più politicizzati di quel particolare periodo storico, ove era necessario comunicare l'utopia, il sogno, anche al di fuori del teatro, per la strada, nella fabbrica, coinvolgendo anche il proprio corpo, che diveniva veicolo primo per comunicare la tensione libertaria. Dopo quel periodo di grandi entusiasmi, lo troviamo nel 1982 tra i fondatori del Gran Teatro dei Burattini del Sole, un'affiliazione del Centro di Sperimentazione Teatrale di Pontedera. In questo periodo vengono prodotti molteplici spettacoli con tecniche teatrali differenti: attori, marionette, ombre, mimo. Seguono le prime sperimentazioni su opere liriche come Turandot, Macbeth, Ivan il Terribile, (questi ultimi due in collaborazione con il gruppo Teatrombria) e Traviata. Ed è forse questo spettacolo - sulla Traviata di Verdi, denominato "Mani d'Opera" o "One more Kiss" per l'estero - che segnerà l'anno zero di Cinelli, lo spettacolo che per primo esemplifica la sua ricerca, la sua voglia di esprimersi con pochi, ma significativi elementi che caratterizzano la sua poetica. Successivamente partecipa a numerosi programmi anche all'estero. Claudio Cinelli rappresenta ormai da diversi anni una vera e propria autorità nel campo del Teatro di Figura a livello internazionale, tiene stage di qualificazione e formazione per Istituti ed Accademie teatrali, e ha partecipato a circa 500 festival sia in Italia che all'estero. Ha progettato ed allestito importanti mostre. E’ laureato in Architettura con una tesi su "Storia e tecnica del teatro di figura". Ha un diploma di Regia e Scenografia ottenuto frequentando i corsi del Centro Busoni di Empoli condotti da Virginio Puecher.

www.claudiocinelli.it

LINK VIDEO: Link video

Magia, illusionismo, clown, mimi, arti circensi, teatro di figura, circo contemporaneo. Il "Vittoria delle Meraviglie" è la nuova stagione di spettacoli del Teatro Fantastico al Teatro Vittoria in programma dall'8 novembre al 26 aprile 2015 e dedicati alle famiglie e al pubblico di tutte le età.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma