Un uomo e un computer. Un uomo appeso al filo di una connessione remota organizza in chat un appuntamento al buio con una certa “X”.
Mentre attende il suo arrivo sul ponte dove hanno concordato l’appuntamento, esplodono improvvisamente i ricordi dell’infanzia: i mamma-papà, i nonsense, le canzoni, gatte e falene sui lampioni.
Un delirio, una lamentazione, un grido.
Come accade in uno dei tanti socialnetwork della nostra era, che nascondono e raccolgono problematiche e sofferenze.

Un Testamento per trapanarsi l’anima con suggestione ed ironia. Mettere un punto e ripartire. Morire e rinascere. In 55 minuti tutto con molta “emoticon” (riproduzioni stilizzate delle principali espressioni facciali).

Un Emoticon che ti scassi la faccia ed il resto che c’hai addosso.
Un soliloquio-dialogante. A parlare? le voci dell’infanzia. I Mamma-papà. I ricordi e le sfumature che si trasformano, si arravogliano s’invadono.
Dialoghi da chat e lettura lirica. Per costruire la trama l’intreccio. Il Viaggio

Compagnia formiche@di@vetro

Informazioni, orari e prezzi

Casa delle Culture di Roma

Info:
06 58333253 065 8157182
sito
info@casadelleculture.net

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli