Uno spettacolo di Ray Cooney rappresentato in tutto il mondo

Uno spettacolo divertentissimo rappresentato in tutto il mondo e vincitore del prestigioso Premio Lawrence Olivier come miglior commedia dell'anno a Londra.

Invece di presenziare al Consiglio dei Ministri, l'On. De Mitri, Vice Ministro del Lavoro del Governo in carica, sta per passare la notte con la sua amante, la segretaria del leader dell'opposizione, all'interno della bellissima suite 648 dell'Hotel Palace.

Purtroppo niente andrà come previsto.

Un cadavere appare dietro la grande finestra e il personale dell'albergo è pericolosamente curioso.

Lo scandalo sta per scoppiare… ma fortunatamente l'Onorevole De Mitri può contare sul suo fedele portaborse, Giorgio Franchetti, che con tutte le sue forze si troverà, suo malgrado, ad affrontare situazioni incredibili ed esilaranti, tali da far sbellicare dalle risate gli spettatori.  

E' tutto un susseguirsi di  bugie, gags, equivoci, tradimenti, bisticci mai volgari, che mettono a fuoco le diverse ipocrisie dei nostri tempi, il tutto senza dimenticare le  pungenti battute ironiche indirizzate a fatti e politici nostrani.

"Riuscire a far ridere e divertire in teatro è un lavoro molto serio.

Questo è la sfida che ho accettato di cogliere con questa regia.

Uno spettacolo ricco di colpi di scena ed equivoci a non finire, sono questi gli ingredienti di base giusti per centrare l'obiettivo.

Ray Cooney, l'autore di "Se devi dire una bugia è meglio dirla grossa " è un vero maestro del genere.

Ho diretto questi eccezionali attori convincendoli a mettersi al servizio dei ritmi tipici della commedia degli equivoci.

Devo ammettere che l'unica difficoltà che abbiamo avuto durante le prove è stata quella di trattenersi dalle continue risate…"

(Matteo Vacca)

Di Ray Cooney

regia: Matteo Vacca

con: Marco Morandi, Matteo Vacca, Maurizio Di Carmine, Ketty Roselli, Giancarlo Porcari, Veronica Pinelli, Annalisa Amodio, Valeria Sandulli

e con: Wong Xiao Li

aiuto regia: Laura De Angelis

adattamento: Matteo Vacca

traduzione: Maria Teresa Petruzzi

luci: Gian Marco Cacciani

scene: Giovanni Di Mascolo

grafica: Elena Ciciani

marketing e comunicazione: Sara Vannelli

Politeama Srl


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma