Storia di un eroe romantico

Dopo il successo dello scorso anno di "Sàrtori non deve morire" torna al Teatro Studio Uno dal 5 al 7 marzo 2015 la compagnia Un rigo si e un rigo no con "Serenade", nuovo lavoro di Raffaele Balzano, autore e protagonista dello spettacolo di cui ne firma anche la regia insieme a Marco Zordan.

“Esistono ancora gli eroi romantici? Coloro che attraverso la poesia, la musica, l’arte, mettono in gioco i propri sentimenti?” Da questo interrogativo nasce “Serenade” (la serenata) che racconta con dissacrante ironia la storia di un uomo innamorato dell’amore, alla continua ricerca di quella perfezione e profondità dei sentimenti in realtà mai pienamente corrisposti.

In scena un eroe romanico dei nostri giorni, animato dello Sturm und Drang e dello Spleen Baudelairiano, che in un ultimo divertente e disperato tentativo, proverà a riconquistare l’ennesima donna della sua vita, l’ennesimo animo femminile che non è riuscito a comprendere la sua poesia. E lo farà attraverso quella che considera l’azione romantica per eccellenza: la serenata. Non importa quanto antico, goffo, comico, generoso, sia il tentativo, l’importante per lui è non perdersi d’animo mai.

Una riflessione scherzosa e scanzonata sui rapporti sentimentali indagati e descritti con irresistibile leggerezza attraverso le canzoni d'amore originali di Raffaele Balzano accompagnate dalla musica dal vivo di Rodolfo Valentino Puccio che tra versi, divertimento e citazioni romantiche coinvolgeranno lo spettatore in un gioco tragicomico esilarante e sopra le righe.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma