Storia di un eroe romantico

"La mia spada è la chitarra, il mio pugnale è la penna!" Esistono ancora gli eroi romantici? Coloro che attraverso la poesia, la musica, l'arte, mettono in gioco i propri sentimenti? Serenade (la serenata) parla di questo, della voglia di non fermarsi al livello più superficiale dell'amore, cercando di giungere all'animo di una persona, attraverso le parole di una canzone e i versi di una poesia. Non importa quanto antico, goffo, comico, generoso, sia il tentativo, l'importante è non perdersi d'animo… mai!

Serenade è soprattutto la storia di Michele, un eroe romantico dei nostri giorni, colui che si considera "l'ultimo dei romantici", l'unico ancora a pensare che dell'amore ci si possa nutrire e non saziare mai! Animato dallo Sturm und Drang e dallo Spleen Baudelairiano, in un ultimo disperato tentativo, proverà a riconquistare l'ennesima donna della sua vita, l'ennesimo animo femminile che non è riuscito a comprenderne la poesia. E lo farà attraverso quella che considera l'azione romantica per eccellenza: la serenata!

di e con Raffaele Balzano

musica dal vivo di Rodolfo Valentino Puccio

regia di Raffaele Balzano e Marco Zordan


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma