Sale sul palco la solidarietà: incassi devoluti alla ricerca per la leucemia infantile e per il cancro al seno

Con "Sogno di una notte di mezza sbornia", commedia in tre atti di Eduardo De Filippo, torna in scena, sabato 5, alle 20:30, e domenica 6 novembre, alle 18, al Teatro Santa Chiara di Roma, la Compagnia Teatrale "La Fenice" di Fonte Laurentina.
Una serata all'insegna della cultura e dell'intrattenimento, che, nella realtà, rappresenta e si riconferma per la Compagnia teatrale il veicolo più efficace per fare solidarietà: gli incassi, infatti, saranno interamente devoluti alla "Fondazione Sofia Luce Rebuffat", impegnata nella ricerca per la leucemia infantile, e alla onlus "Pagaie Rosa" che sostiene la ricerca del cancro al seno.

"Sogno di una notte di mezza sbornia" apre la stagione invernale della Compagnia di Fonte Laurentina, che si esibirà, fino a febbraio, con una fitta programmazione nei teatri del Lazio.

Una gara di solidarietà che la Compagnia teatrale vuole vincere per dare ancora un contributo importante alla ricerca scientifica.
"La Fenice di Fonte Laurentina", infatti, negli ultimi sei anni, è riuscita, grazie a un pubblico sempre generoso ed entusiasta, a devolvere circa 90 mila euro di incassi, calcando palchi importanti (Il Nazionale di Latina, l'Elsa Morante, il Teatro Cassia, il Vascello e il Teatro Ghione sotto il patrocinio di Telethon", etc) e con il nobile obiettivo di reperire fondi per la ricerca in generale e, in particolare, a quella concentrata sulle malattie rare, che, come è noto, per le industrie farmaceutiche non rappresentano un business.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma