Spalle al pubblico con Francesco Biscione, Pino Censi e Arianna Ninchi. Ideazione e regia di Elsa Agalbato e Fabio Sargentini.
E’ consigliata la prenotazione.

A Roma, nella galleria L'Attico di Fabio Sargentini, fino a venerdì 7 aprile, alle 19.00, Francesco Biscione, Pino Censi e Arianna Ninchi sono gli interpreti di Spalle al pubblico. Lo spettacolo ideato e diretto da Elsa Agalbato e Fabio Sargentini è allestito nel teatrino da quaranta posti della galleria, con repliche tutti i giorni, tranne domenica 31 marzo e lunedì 1 aprile.
Il racconto verte su un attore – regista all'apice del successo, che inesplicabilmente volta le spalle al pubblico. Si ritira dalle scene, ma non abbandona affatto il teatro. In segreto, complice una giovane attrice, lo coltiva più che mai, religiosamente, solipsisticamente. Vi si dedica giorno e notte in un andirivieni continuo, sia mentale che fisico, tra camerino e palcoscenico, palcoscenico e camerino. Due spazi contigui che corrispondono nello svolgimento dello spettacolo a due distinti piani di rappresentazione.
In questo utopico teatro da camera, attrezzato in piena regola con sipario, quinte, luci, fonica, quel che latita è il pubblico in carne ed ossa. A lungo andare la sua simulazione dipinta non regge il gioco. È il punto debole di un congegno perfetto. Dal fondo del camerino una voce senza volto, dialogando nell'ombra con l'attore, pian piano mina le sue certezze. Un doppio? Il finale vede ruotare ancora l'asse scenico su se stesso e l'attore ritrovarsi di nuovo faccia a faccia con un pubblico vero. Mi siete mancati, esordisce...
Nelle note di regia, Agalbato e Sargentini spiegano: “Anticipando a un amico il titolo di questo spettacolo, lui, che non è un giovincello, ha esclamato: è un titolo d'avanguardia! È vero, ha un piglio provocatorio che fa pensare lì per lì agli anni Settanta. E che produca quell'effetto non può dispiacere a chi operava intensamente su più fronti in quel periodo. Però, lo spettacolo in sé è tutt'altro che provocatorio, lungi da noi il proposito di sbeffeggiare lo spettatore. Ci proponiamo piuttosto di allestire il suo sguardo, di cambiargli il punto di vista senza fargli cambiare posto. Il ribaltamento dello spazio scenico, che ruota concettualmente su se stesso, non è un'avulsa trovata, ma segue il filo della narrazione”.

Informazioni, orari e prezzi

L'Attico - Roma, via del Paradiso, 41
Fino al 7 aprile, ore 19
Domenica 31 marzo e lunedì 1 aprile non c’è spettacolo
Biglietto € 5,00 posti limitati
Prenotazioni: 066869846
info@fabiosargentini.it

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli