La Compagnia SoldOut nasce a Ostia nel 2020 e propone ogni anno al pubblico tre/quattro spettacoli che spaziano tra i vari generi teatrali, ma l'elemento che li accomuna è la qualità; per la maggiore testi inediti scritti da Riccardo Lignelli, autore emergente del litorale romano, tra cui "Lost in Colombia", vincitore del premio Colosseo 2022 per la categoria miglior spettacolo.
Quest'anno, la Compagnia SoldOut aprirà la stagione teatrale 2023/2024 con lo spettacolo "Stella", in scena dal 13 al 15 ottobre al Piccolo Teatro San Pio in Via Paolo Stoppa 10, Roma.
Scritto e diretto da Riccardo Lignelli, che si affida alla bravura attoriale di Lisa Giovannini, Davide Giacinti, Vittorio Aliotta, Valeria Sciunnach e Ludovica Pimpinella, per raccontare un tema ancora invisibile nel nostro Paese: la sindrome da reclusione volontaria, o Hikikomori che letteralmente significa "stare in disparte".
L'idea di affrontare il tema nasce dalla necessità di raccontare una sindrome culturale e sociale che, contrariamente a quanto si creda, non appartiene esclusivamente al Giappone, ma riguarda tutti i paesi economicamente sviluppati, Italia compresa. Sebbene i dati ufficiali raccolti siano pochi, proprio a causa dell'inivisibilità del fenomeno, si stima che nel nostro Paese circa 80 mila persone soffrano di questa sindrome che porta ad un'autoreclusione, evitando ogni tipo di contatto con il mondo esterno.
Secondo i dati diffusi dall'Associazione Hikikomori Italia, circa l'87% degli hikikomori è di sesso maschile ed ha un'età media di vent'anni, sebbene i primi segnali di isolamento siano riconducibili già verso i quindici anni. Mentre la durata dell'autoreclusione risulta essere mediamente superiore ai tre anni, vi sono invece diversi livelli di gravità e complessità del fenomeno; la più diffusa è la fase "razionale" dell'isolamento, per cui i giovani e le giovani riconducono ad una causa razionale il proprio ritiro e scelgono di interrompere la formazione scolastica e la vita sociale, come rinchiudendosi all'interno di una gabbia.
La gabbia rappresenta un elemento ricorrente in Stella in quanto la protagonista, che dà il nome allo spettacolo, decide di rinchiudersi nella propria stanza, distaccandosi completamente dalla realtà che la circonda, tranne che per la musica di Madonna, che la accompagnerà e scandirà tutto quanto lo spettacolo durante le fasi dell'isolamento di Stella. Accanto a lei, l'orsacchiotto Giotto, punto di riferimento e spesso una figura di guida per la ragazza, che cercherà di aiutarla ad affrontare la paura e l'ansia sociale. Oltre ai due personaggi, fondamentale il ruolo dei genitori, Ezio e Francesca, anch'essi bloccati all'interno di una gabbia immaginaria, fatta di sensi di colpa ed errori, sia nei confronti l'uno dell'altra che di se stessi.
Per assistere allo spettacolo è necessaria la prenotazione.
Costo biglietto:13€ intero e 11€ ridotto.

Informazioni, orari e prezzi

Per informazioni e prenotazioni:
tel. 349 831 84 28 
compagniasoldout@gmail.com

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli