«Dammi coraggio! L'altro te e l'altro me. Sostienimi! Aiutami in questo viaggio. Perché alla fine della giornata saremo sempre io e te, come è sempre stato. Dove siamo? Il cielo ce lo dirà, e ora comincia da qui».
Il duetto si articola attraverso un percorso concreto che si riflette in un dialogo verbale e danzato, due facce di una stessa medaglia. Le due facce sono il riflesso di se stesso allo specchio, uno specchio metafora del viandante solitario, che cerca la propria verità nella scelta di intraprendere un viaggio. Quale migliore risposta che quella di uno specchio, che non è crudele ma soltanto veritiero; che qualunque cosa vede inghiotte, tale e quale, senza ombre o aggiunte.

I due viaggiatori, a volte in accordo e a volte in disaccordo, macinano tappe e luoghi, passano lune e laghi, specchi d'acqua che riflettono fedelmente la verità, e la complessa via marcata dal percorso, dai suoi cambi, dalla fatica e dai dubbi annessi. La partenza da un luogo concreto e magico come il teatro, per passare alla cornice del nostro cammino, la natura, un viale retto che porta a quell'oasi che il nostro più profondo desiderio visualizza. Dinamiche in cui i ruoli si alternano e si invertono ripetutamente: tu guidi e tu sei guidato. I due danzatori e coreografi usano un background e un vocabolario diametralmente opposto per riflettersi e guidarsi a vicenda.

ORE 19.45
Biglietto: 12,00€
Per acquisto online: 
https://www.ciaotickets.com/biglietti/sue%C3%B1o-de-plata-roma
Per info e prenotazioni: 
fuoriprogramma.prenotazioni@gmail.com

Il 23 giugno l'evento sarà preceduto da un Incontro di guida alla visione a cura di Casa dello Spettatore.
Posti contingentati con prenotazione obbligatoria.

Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell'Avviso pubblico Estate Romana 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli