Riprende l'11 settembre Tokamak – Reattori e contenti, l'omaggio allo straordinario percorso artistico di Antonio Rezza e Flavia Mastrella. Fino al 27 settembre tornano le serate a ingresso gratuito nel corso delle quali il pubblico potrà ripercorrere la lunga carriera di due degli artisti più originali della scena culturale italiana attraverso i loro lavori più iconici, dalle opere cinematografiche agli spettacoli teatrali.  
Tokamak – Reattori e contenti è un'antologia in 12 serate del vasto repertorio di Rezza e Mastrella che dal mese di luglio vede il coinvolgimento di alcuni dei luoghi più significativi della città, dal centro alla periferia: dall'Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone al Teatro India, dall'Arena e Teatro Tor Bella Monaca al Teatro Biblioteca Quarticciolo, dalla Scalinata di Valle Giulia alla Casa del Cinema, fino alla Roma Cinema Arena Parco degli Acquedotti e alle arene di Monte Ciocci e Forte Antenne
Oltre agli appuntamenti teatrali con Bahamut, Pitecus e Anelante sono in programma l'11 settembre alle 21 sulla Scalinata di Valle Giulia la proiezione di Samp che vede come protagonista del film Samp, killer di professione, ingaggiato da un potente presidente per uccidere i tradizionalisti; e il 27 settembre alle 20 alla Casa del Cinema la proiezione de La Tegola e il caso Ep. 2, performance surreale, ironica e onirica in cui teatro e televisione entrano nelle case. A entrambe le proiezioni interverranno anche i due artisti.

L'iniziativa fa parte del programma di Estate Romana 2022.

BREVE BIO
Flavia Mastrella e Antonio Rezza si occupano di comunicazione involontaria. Hanno realizzato tredici opere teatrali (tra cui Pitecus, Io, Fotofinish, Bahamuth, 7-14-21-28, Doppia Identità, Fratto_X, Anelante e Amistade) cinque film lungometraggi (tra cui Escoriandoli presentato a Venezia nel 1996, Delitto sul Po, Milano Via Padova e Samp presentato a Venezia nel 2020) e una serie sterminata di corto e medio metraggi. Nel 1991 presentano Barba e cravatta al festival di Avignone. Flavia Mastrella si occupa inoltre di scultura, fotografia, video-scultura (ha esposto alla GAM, al Mambo e al PAN) e Antonio Rezza di letteratura pubblicando i suoi romanzi con Bompiani e la Nave di Teseo (Premio Feronia 2008 con Credo in un solo oblio). Per RAI 3 hanno realizzato nel 2000 il programma Troppolitani. Nel 2008 ricevono il Premio Alinovi per l'arte interdisciplinare e pubblicano con Kiwido la prima raccolta video del loro cinema in bianco e nero. Nel 2010 presentano, a Madrid e a Palencia, Pitecus in lingua spagnola. Nel 2011 presentano 7-14-21-28 al Théâtre de la Ville di Parigi e nel 2013 al Theatre Center Na Strastnom di Mosca. Nel 2012, edito da Barbès, è uscito il libro La noia incarnita, il teatro involontario di Flavia Mastrella e Antonio Rezza. Nel 2013 sono stati loro conferiti il Premio Hystrio e il Premio Ubu. Nel 2014 pubblicano con la casa editrice il Saggiatore Clamori al vento. Nel 2016 viene loro assegnato il Premio Napoli; nello stesso anno presentano al Teatro La Mama di New York Pitecus. Nel 2017 ricevono a Montecitorio l'attestato di Unicità nella Cultura e il Premio Ermete Novelli. Nel 2018 viene loro conferito il Leone d'oro alla carriera per il Teatro dalla Biennale di Venezia. Nel 2019 ricevono il premio La Rosa d'oro della Milanesiana. Nel 2021 Antonio Rezza realizza le carte da Giogo Encefalon. Nel 2022 Flavia Mastrella insieme a Marco Tonelli cura l'allestimento della mostra Euforia Carogna, un'antologica sui 35 anni di collaborazione artistica con Antonio Rezza presso Palazzo Collicola di Spoleto e in contemporanea lo spettacolo Hybris di Flavia Mastrella e Antonio Rezza debutta al Festival dei Due Mondi. Collaborano da diversi anni con TSI La Fabbrica dell'attore Teatro Vascello.

Appartiene ad un evento principale:

  1. La nuova Estate Romana 2022

Informazioni, orari e prezzi

Le proiezioni sono a ingresso gratuito

Per maggiori dettagli: 
www.culture.roma.it 
e canali social di @cultureroma #estateromana2022

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli