Venti attori sul palco, dieci performers, musiche inedite, istallazioni artistiche, ricerca e sperimentazione

Ottavo Gruppo, insieme alla Compagnia Cuori di Maschera vi aspetta il 21 e 22 Dicembre, ore 21:00 presso il Teatro Nino Manfredi di Ostia (Roma).

"TransMater, l'Archetipo", scritto e diretto da Giorgio Timpano, con il patrocinio del Comune di Roma ed il supporto di Arcigay ed Azione Trans.

Ottavo Gruppo, vincitore del bando indetto da Contemporaneamente Roma 2019, che premia la cultura dedicata alla creatività, all'innovazione, alle forme e ai linguaggi del presente, è entrato a far parte del palinsesto della cultura in città, con il patrocinio del Comune di Roma, ed andrà in scena con una nuova ed inedita opera: "TransMater, l'Archetipo".

"TransMater, l'Archetipo" significa venti attori sul palco, dieci performers, musiche inedite, istallazioni artistiche, ricerca e sperimentazione. Significa emozioni, riflessioni e coinvolgimento. Significa una produzione nata dalla collaborazione tra Ottavo Gruppo e Cuori di Maschera, una splendida compagnia partenopea con cui abbiamo lavorato in modo unico. Significa avere la premiata poetessa Giovanna Cristina Vivinetto come madrina e l'attivista Gioele Hyland come padrino di questo progetto. Significa avere in platea tante persone note ed importanti, che vi presenteremo nei prossimi post. Significa avere un intervento unico di un gruppo di special guest. Significa tutto questo che abbiamo elencato e come tutto questo sia al servizio della lotta contro la Transfobia. Una lotta che oggi è urgente, non rimandabile e che è necessaria per costruire un mondo migliore. Un mondo per tutti. Un mondo vicino a tutti. Tutti.

Vedere questo spettacolo vuol dire prender parte a questa lotta, conoscere un mondo che ignoriamo. Significa dire basta alla violenza, all'esclusione, al giudizio e al sopruso. Non puoi mancare. Abbiamo bisogno di te!

Dopo il successo indiscusso degli scorsi allestimenti, questo lavoro chiude la suite dedicata al mondo inconscio ed onirico scritta e diretta dal regista Giorgio Maria Timpano, da sempre attento alle dimensioni psicologiche che accolgono la realtà che ci circonda e che da sempre si impegna nella sperimentazione artistica, tramite la ricerca di nuovi linguaggi, nuovi contenuti e nuove visioni artistiche, con le quali prova a raccontare cosa sia il teatro oggi e cosa si spera possa essere domani.

Scrittura, regia e sceneggiatura: Giorgio Maria Timpano

Aiuto regia: Valentina Celio

Coreografie: Giada Mazzeo

Compagnia: Ottavo Gruppo, con la preziosa collaborazione di Cuori di Maschera

Sopranista: M° Salvatore Saracino


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma