Un'occasione per rievocare importanti "cavalli di battaglia"

Pensiero positivo e pensiero negativo. Lei attrice giovane piena di entusiasmo con la sua creatività visionaria, fiduciosa e piena di speranza. Lui, l'alter ego, attore consumato, smarrito, privo di idee nuove, ancorato ai ricordi e a rievocare la gloriosa carriera. Un "Canto del cigno" che si arricchisce di speranza e che considera l'attuale crisi del Teatro come un passaggio temporale e necessario, il cui futuro è ancora tutto da vivere. Un'occasione per i due personaggi di rievocare importanti "cavalli di battaglia" della loro carriera.

di Angela Caterina

con Angela Caterina e Sasà Trapanese

regia Luigi Frasca

Associazione Teatro d'Europa Don Ferdinando Renzulli


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma