Un monologo ispirato a V.V. Majakovskij

Un chiodo nel mio stivale monologo ispirato a V.V. Majakovskij sarà sul palco del Teatro Sala Uno dal 5 al 7 aprile. Lo spettacolo è nato da un'idea di Daniel Terranegra che lo vede in scena diretto da Reza Keradman.

Si tratta di uno studio sulle possibilità di riproporre concetti poetici e politici universali che viaggiano su di un filo rosso, la rivoluzione. Attraversando la vita del poeta, le sue avventure, le sue passioni e la sua fede per arrivare ad un mondo nuovo, o almeno per crederci, e sbarazzandosi del pensiero comune per spalancare le porte alla Poesia, il monologo ripercorre il sogno di un ragazzo russo che non aveva presagito il suo avvenire e che, suo malgrado e con maggiore forza rispetto a qualsiasi altro coetaneo, è entrato a far parte della schiera delle leggende giovani mondiali, senza menzogne né sotterfugi.

Un chiodo nel mio stivale

ispirato a V.V. Majakovskij

Da un idea di Daniel Terranegra

Regia di Reza Keradman

Con Daniel Terranegra

Disegno Luci Hossein Taheri.

Scene Valeria Mangió

Aiuto Regia Francesco La Mantia


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma